Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Truffe online, due persone denunciate dalla Polizia di Stato

Denunciati in stato di libertà due pregiudicati campani

03/09/2021 08:13 

 

Castel di Tora, i carabinieri sequestrano un chiosco abusivo

Sanzionato il titolare

03/09/2021 08:07 

 

Carabinieri, a Montopoli di Sabina sequestrate sette piantine di marijuana

Denunciato il proprietario del terreno

25/08/2021 08:09 

 
 

 
   

 

 

Salvo l'escursionista disperso sull'altopiano di Rascino

 


 
 
virgolette

A trovarlo i Carabinieri di Fiamignano

     

dalla Redazione
mercoledì 4 agosto 2021 - 07:42


I Carabinieri della Stazione di Fiamignano hanno soccorso e tratto in salvo un escursionista che si era smarrito sull’Altopiano di Rascino.

Erano le prime ore del pomeriggio quando un gruppo di escursionisti alloggiati presso un agriturismo in località Rascino del comune di Fiamignano, dopo una visita al lago di Cornino, avendo notato che uno di loro, allontanatosi in solitaria, non aveva fatto rientro dall’escursione, aveva dato l’allarme. L’uomo, un cinquantenne romano esperto di trekking, dopo essersi avventurato e aver trascorso la giornata lungo i sentieri immersi nella incontaminata natura dell’Altopiano, si è smarrito e avendo perso l’orientamento non è più riuscito a ritrovare la via del ritorno.

Il gruppo di camminatori, resosi conto delle difficoltà del loro amico e ipotizzando un suo malore durante il percorso, hanno subito contattato la Centrale Operativa dei Carabinieri di Cittaducale che, preso atto della situazione, ha allertato è fatto intervenire sul posto la locale stazione, i Vigili del Fuoco e i militari del Gruppo Carabinieri Forestale.

Dopo qualche ora di ricerche, nella tarda serata, i Carabinieri della Stazione di Fiamignano che ben conoscono quello stupendo ma impervio ambiente, nonostante l’uomo non avesse lasciato traccia di se e fosse privo di un telefono attivo, dopo aver battuto diversi possibili sentieri, sono riusciti a localizzarlo e a raggiungerlo nei boschi, molto lontano dal punto di partenza, sul versante antrodocano dell’altopiano.

Per l’uomo, che fortunatamente non ha avuto bisogno di cure mediche, solo uno spavento e tanta stanchezza in un afoso pomeriggio d’estate.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori