Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Migranti. Sono 629 mila i residenti stranieri nel Lazio: l'80% vive a Roma e provincia

Popolazione quasi raddoppiata in 10 anni ma in flessione nell'ultimo periodo. Crescono gli anziani. La provincia con meno presenze è Rieti

16/06/2021 08:31 

 

Maturità 2021, al via da domani

Il Ministro ai ragazzi: «Affrontate l’Esame con attenzione, ma anche con gioia: comincia una fase nuova della vita»

15/06/2021 18:27 

 

L'infiorata di Poggio Moiano compie 50 anni. Si festeggia in outdoor!

Anche quest'anno un rosone di circa 100 metri quadrati nella piazza centrale

15/06/2021 16:32 

 
 

 
   

 

 

Scienze della Montagna, seminario sui ghiacciai alpini

 


 
 
virgolette

Evento in collaborazione con Università di Milano-Bicocca

     

dalla Redazione
lunedì 31 maggio 2021 - 09:25


Il ciclo di seminari di primavera promossi dal Corso di Laurea in Scienze della Montagna (Dipartimento DAFNE, Università degli Studi della Tuscia), con il supporto della Sabina Universitas di Rieti si avvia alla conclusione. Il penultimo appuntamento, in programma giovedì 3 giugno 2021, ci porterà in alta quota, alla scoperta dei ghiacciai alpini e della loro storia.

Il seminario dal titolo “Ghiacciai Alpini: tra storie, scienza e avventura”, vedrà come relatore il dottor Giovanni Baccolo, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Ambientali e della Terra dell’Università di Milano-Bicocca.

L’appuntamento sarà trasmesso in streaming su piattaforma Zoom dalle ore 17.00. Di seguito il link per partecipare all’evento (partecipazione libera e gratuita): https://unitus.zoom.us/j/95752094034

I ghiacciai delle Alpi sono in difficoltà. Sono sempre più piccoli, sporchi e immobili e molti scompariranno presto. Non è però soltanto il ghiaccio a svanire, bensì anche le storie di chi quei ghiacciai li ha studiati e in qualche modo vissuti. I ghiacciai stanno estinguendosi nel silenzio degli alti valloni che li custodiscono ed è un peccato perché insieme al ghiaccio che fonde se ne va un pezzetto di cultura alpina. Ciò è ancor più vero per gli apparati glaciali minori, posti alla testata di valloni selvaggi e poco frequentati. I loro ultimi sussulti avvengano spesso nel silenzio più profondo, ma nonostante tutto avrebbero tanto da raccontare.

Questo intervento nasce dal desiderio di raccontare come sono stati scoperti e studiati i piccoli ghiacciai delle Alpi negli ultimi cento anni, prendendo a esempio la storia del glaciologo Bruno Castiglioni che circa cento anni fa scoprì e descrisse insieme a suo fratello, il celebre alpinista Ettore Castiglioni, molti ghiacciai delle Dolomiti e in particolare delle Pale di San Martino. Da queste vecchie storie avremo modo di ripercorrere gli sviluppi della glaciologia alpina fino ai nostri giorni.

Giovanni Baccolo, classe 1988, è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Ambientali e della Terra dell’Università di Milano-Bicocca, dove si occupa di ghiacciai e carote di ghiaccio, dalle Alpi all’Antartide.

Nel corso dei suoi studi si è accorto che nelle profondità del ghiaccio non sono conservate solamente informazioni climatiche e ambientali nella forma di segnali chimici e fisici, ma anche storie e memorie di vicende passate che, almeno sulle Alpi, andranno presto perdute. Dal desiderio di conservare alcune di tali memorie è nato il libro “Piccoli ghiacciai alpini - Sulle tracce di Bruno Castiglioni tra le Pale di San Martino” (2020, Cierre Edizioni), secondo volume della Collana “Mappamondi” del Museo di Geografia dell’Università di Padova.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori