Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Consegnato il XXXIII premio «Dino Villani» 2021

Un momento della premiazione

L’Accademia italiana della cucina premia l’azienda agricola D’Ascenzo

23/07/2021 07:17 

 

Anas: al via i lavori di manutenzione della galleria ‘Colle giardino’ sulla SS4 Salaria

© La galleria Colle Giardino

Previsti interventi di ammodernamento tecnologico degli impianti

23/07/2021 06:51 

 

ASL, Covid-19: aggiornamento del 22 luglio 2021

6 nuovi soggetti positivi al test. 46 i positivi in provincia

22/07/2021 16:50 

 
 

 
   

 

 

AVR Group, Uil: «La società paga i buoni pasto ai lavoratori di Fara in Sabina e Moricone»

 

Pierluigi Giacomelli
Pierluigi Giacomelli

 
 
virgolette

Giacomelli: qualcosa sta cambiando

     

dalla Redazione
mercoledì 26 maggio 2021 - 08:57


«Da più di un anno in questo territorio c’è una vertenza aperta. Da più di un anno siamo quotidianamente impegnati per far rispettare i diritti dei dipendenti di Avr Group, la società che gestiste i servizi di igiene ambientale in molti comuni della sabina reatina e romana. Spesso è stato un muro contro muro: richieste, sollecitazioni, mail certificate, più di una volta la società ha tentato di svicolare dalle proprie responsabilità. Più di una volta però è stata bacchettata, come quando il Prefetto di Rieti ordinò ai vertici di Avr di pagare gli stipendi con regolarità, senza accumularli e senza creare disagi a chi di lavoro vive». Lo scrive la Uil Trasporti Rieti e Sabina romana sulla sua pagina Facebook.

«Ma altri problemi sono emersi strada facendo - ricorda Pierluigi Giacomelli, responsabile della Uil Trasporti Rieti e Sabina Romana - È il caso dei buoni pasto, che i lavoratori non percepiscono dal luglio 2019. Adesso anche questa criticità sta per essere risolta. Grazie alla nostra insistenza e alla responsabilità del Comune di Fara in Sabina e del Comune di Moricone, Avr salderà gli arretrati e poi erogherà mensilmente i ticket ai suoi dipendenti».

«È presto per dirlo, ma qualcosa sta cambiando - conclude Giacomelli - I vertici di Avr sembrano aver compreso il valore e la centralità delle corrette relazioni sindacali. Non è un caso, infatti, che il prossimo 10 giugno, solo per il cantiere di Fara Sabina, la società incontrerà i rappresentanti delle categorie cui i lavoratori sono iscritti. Ci auguriamo che quello del dieci giugno sia solo il primo di una lunga serie di incontri e confronti, in grado di migliorare le condizioni dei lavoratori di tutti gli altri cantieri della Sabina romana. Questo primo risultato è il frutto delle nostre forti e costanti pressioni».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori