Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Righini - Palombi (FdI): fondi PNRR, la Regione Lazio difenda il territorio

Alessandro Palombi e Giancarlo Righini

Esclusi i Comuni con meno di 15.000 abitanti dall’accesso ai fondi?

15/06/2021 16:55 

 

PNRR, Calisse: «Fondi solo ai comuni con più di 15mila abitanti»

Mariano Calisse

«Per il Reatino sarà una completa disfatta»

14/06/2021 19:41 

 

Università, il Sindaco di Rieti organizza un vertice tra le istituzioni

Alla ricerca di una strategia chiara e condivisa per lo sviluppo dell'università reatina

12/06/2021 09:31 

 
 

 
   

 

 

Riunione tra sindaci Ato: «Le bollette dell'acqua ai comuni saranno annullate»

 

Mariano Calisse
Mariano Calisse

 
 
virgolette

Calisse: «ora pensiamo al servizio pubblico poi abbasseremo i costi per i cittadini»

     

dalla Redazione
martedì 25 maggio 2021 - 09:42


Ieri mattina si sono riuniti alla presenza del presidente della Provincia di Rieti, Mariano Calisse, i sindaci dell'Ato in una riunione molto partecipata, di circa 80 persone. All'ordine del giorno la discussione su come avviare un percorso di miglioramento del gestore del servizio idrico. 

Si è partiti con il problema delle elevate fatture arrivate ai comuni, in merito al quale si è deciso di annullarle e di avviare con i sindaci un percorso di censimento delle utenze pubbliche mirato ad un utilizzo migliore e più efficiente dell’acqua e a capire quali utenze sono più importanti.

Si è deciso inoltre per i comuni e per le fontane storiche di avviare un percorso per abbassare il tabellario forfettario al quale fanno riferimento le fatture e al contempo come Ato ci si è impegnati ad abbassare il tabellario forfettario anche per le utenze private in base ai consumi realmente rilevati in questi primi anni di gestione. 

«Puntiamo - ha detto il presidente Calisse - ad arrivare ad uno stato in cui il cittadino possa pagare realmente per quello che consuma. Non si tratta di un percorso facile perché è un cambio radicale della gestione del servizio idrico e si devono rispettare le leggi emanate da Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e le convenzioni approvate dalla Regione qualche anno fa, ma pur rispettandole, insieme ai sindaci (in maniera non polemica e senza strumentalizzazioni politiche) stiamo cercando di aggiustare il tiro per arrivare ad un servizio efficiente che costi il meno possibile».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori