Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

A Marcell Jacobs piace l’amatriciana, arriva l'invito a gustarla ad Amatrice

Marcell Jacobs

«Sarebbe un grandissimo onore per noi ospitare Jacobs» dicono dagli uffici comunali

04/08/2021 13:32 

 

Nuove regole per l’accesso alla Biblioteca Comunale Paroniana e al Museo Civico

Da venerdì prossimo necessario il Green Pass

04/08/2021 13:26 

 

Caccia, arriva l'indennizzo ai proprietari per servitù venatoria

Approvato dalla Regione Lazio un'emendamento del M5S

04/08/2021 08:37 

 
 

 
   

 

 

Assaggi naturali, appuntamenti in riserva per la settimana europea dei parchi

 


 
 
virgolette

Prima tappa dal 22 al 24 maggio. Si chiude a settembre

     

dalla Redazione
lunedì 24 maggio 2021 - 09:01


Ricco il programma di attività della Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, che si è aperto sabato 22 maggio alla presenza del Commissario Straordinario Guido Zappavigna in occasione della settimana europea dei parchi, e si concluderà a settembre.

Il Commissario ha ricordato a tutti i presenti l’importanza dei Parchi e delle Aree Protette per la salvaguardia e la valorizzazione di un grande patrimonio naturalistico e culturale da tutelare e da vivere.

La giornata in una visione di sostenibilità ambientale ha visto protagonista il Guado, antica pianta tintorea un tempo molto coltivata nel reatino che la Riserva, per motivi sia storici che culturali, ha rivalutato e, attraverso progetti di Educazione Ambientale e laboratori didattici, in collaborazione con le mani esperte ed il sapere del Prof. Alberto Lelli, ne fa tesoro e al tempo stesso ne promuove la conoscenza.

Presso il centro visite di Ripasottile è stato inaugurato il nuovo campo sperimentale di guado con l’apposizione di pannelli illustrativi tematici. Complice anche il bel tempo numerose sono state le persone interessate o semplicemente curiose che nel rispetto delle norme anticovid si sono susseguite lungo il percorso per ricevere informazioni su questa pianta, al momento quasi invisibile ma che da qui a pochi giorni, crescendo, attraverso un processo di macerazione delle sue foglie darà ai tessuti un colore indaco brillante.

Il personale del Parco con l’ausilio dell’ormai insostituibile professor Alberto Lelli, si è reso disponibile per visite guidate e per dare informazioni su questa affascinante pianta che riesce a regalarci magicamente splendidi tessuti azzurri. Inoltre ricollegandosi al tema scelto quest’anno per la giornata europea dei parchi ” Assaggi Naturali”, ha fatto assaggiare con gli occhi le numerose piante mangerecce presenti in questo periodo nell’area protetta.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori