Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

A Marcell Jacobs piace l’amatriciana, arriva l'invito a gustarla ad Amatrice

Marcell Jacobs

«Sarebbe un grandissimo onore per noi ospitare Jacobs» dicono dagli uffici comunali

04/08/2021 13:32 

 

Nuove regole per l’accesso alla Biblioteca Comunale Paroniana e al Museo Civico

Da venerdì prossimo necessario il Green Pass

04/08/2021 13:26 

 

Caccia, arriva l'indennizzo ai proprietari per servitù venatoria

Approvato dalla Regione Lazio un'emendamento del M5S

04/08/2021 08:37 

 
 

 
   

 

 

Carabinieri. La Centrale Operativa della Compagnia torna a Cittaducale

 


 
 
virgolette

Era ripiegata presso il Comando Provinciale Carabinieri di Rieti

     

dalla Redazione
giovedì 13 maggio 2021 - 11:10


Piccolo, grande passo in avanti verso il ritorno alla normalità dopo il sisma del 2016. I Carabinieri di Cittaducale hanno finalmente di nuovo la loro Centrale Operativa fino ad oggi ripiegata presso il Comando Provinciale Carabinieri di Rieti.

Cervello e motore di tutta l’attività preventiva e repressiva svolta dai servizi esterni, presso la centrale operativa è impiegato personale esperto e profondo conoscitore del territorio con lunghi periodi di impiego territoriale alle spalle, soprattutto presso Nuclei Radiomobili e Stazioni.

Il ritorno nei moduli provvisori, dopo quasi cinque lunghi anni, del collega di turno che indirizza e coordina tutte le auto sul territorio, non è solo un atto formale ma un segnale simbolico e significativo di ripristino dell’unità di un reparto che, nonostante le difficoltà, ha comunque garantito con continuità servizi di soccorso, supporto e sicurezza ai cittadini, soprattutto nell’area del cratere così duramente colpita dall’evento sismico.

La Centrale riprenderà quindi ad occuparsi dei servizi preventivi e di soccorso pubblico sul vasto territorio di competenza che comprende, oltre al Comune di Cittaducale ed il suo nucleo industriale, la valle del Salto con i Monti del Cicolano e i Monti della Duchessa, l’alta valle del Velino fino ai Monti della Laga, l’intero versante leonessano sino ai confini con la Regione Umbria nonché gli sfortunati Comuni di Amatrice ed Accumoli.

L’importante traguardo, che è stato ovviamente partecipato ad Autorità ed Enti dell’intera Provincia, è stato possibile grazie soprattutto ad un attento e complesso lavoro dei militari referenti telematici locali in collaborazione con i colleghi della Direzione Telematica del Comando Generale dell’Arma.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori