Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Carabinieri Forestali, a Contigliano sequestrato un deposito abusivo di rifiuti speciali

Oltre a macchinari usati in stato di abbandono e pneumatici fuori uso, trovati oltre 1000 litri di olii esausti

16/06/2021 08:43 

 

Roma. Controlli antidroga, sei arresti per spaccio

Due degli arrestati rinchiusi nel carcere di Rieti

15/06/2021 16:40 

 

Contigliano: positivo al Covid in giro per il paese, denunciato

Nei guai un trentacinquenne scoperto dai Carabinieri

15/06/2021 08:14 

 
 

 
   

 

 

Truffa dello specchietto, ad Antrodoco denunciato un giovane romano

 


 
 
virgolette

Scoperto dai militari un pregiudicato di trentasei anni in trasferta nel reatino dalla capitale

     

dalla Redazione
mercoledì 5 maggio 2021 - 17:27


Si appostava lungo la Salaria con la sua utilitaria pronto a colpire donne che viaggiavano sole. Denunciato un giovane romano per la ormai famigerata «truffa dello specchietto».

È successo in Cittaducale la scorsa settimana: un romano, classe 85, si era appostato con la sua piccola Matiz a bordo strada lungo la SS 4 Salaria, all’altezza della località Caporio. Qui si era messo ad attendere le sue prede, per lo più donne che viaggiavano sole. All’arrivo dell’auto giusta il ragazzo si poneva davanti alla stessa leggermente spostato sulla destra della carreggiata procedendo a bassa velocità in modo da essere agevolmente sorpassato, ma quando la malcapitata effettuava il sorpasso scattava la truffa. Il ragazzo lanciava dal finestrino un oggetto sulla carrozzeria della malcapitata al fine di farle sentire un rumore, dopo di che, attaccandosi al clacson e abbagliando, costringeva la vittima a fermarsi per contestare un urto con il suo veicolo e chiederle un immediato risarcimento.

Anche se le donne erano titubanti, la capacità dialettica, la determinazione e l’irruenza del truffatore avevano la meglio e l’uomo, almeno in un caso, riusciva con poche battute ad ottenere sul posto un risarcimento convincendo la vittima a non interessare l’assicurazione e a chiudere immediatamente la questione. In un secondo episodio denunciato ai Carabinieri, la trappola non ha funzionato in quanto la vittima, non fidandosi, ha contattato telefonicamente un congiunto prendendo tempo, e grazie al transito sul posto di una pattuglia della locale Arma, è stato messo in fuga il truffatore.

Le segnalazioni ricevute dalla Stazione Carabinieri di Antrodoco hanno immediatamente avviato le indagini che, in brevissimo tempo, hanno permesso di individuare il veicolo usato per il raggiro e successivamente il responsabile di almeno due episodi di truffa: il pregiudicato, un 36enne, in trasferta nel reatino dalla capitale, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rieti ed ora dovrà rispondere del reato di truffa.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori