Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Maltempo, Protezione Civile Lazio: allerta meteo da domani pomeriggio e per 18 ore

Criticità idrogeologica e idrogeologica per temporali gialla su tutte zone allerta

10/05/2021 16:36 

 

Per il ristorante più antico di Roma vietati i tavoli all’esterno

L'esterno del ristorante 'la Campana'

Trancassini: la Campana non può riaprire

10/05/2021 16:30 

 

Grazie!

«Non andare in cerca di chissà quali luminari in altre città»

09/05/2021 16:22 

 
 

 
   

 

 

Carabinieri forestali: individuati due responsabili di incendi boschivi

 


 
 
virgolette

Prosegue l’impegno dei militari, intensificati i controlli

     

dalla Redazione
domenica 18 aprile 2021 - 11:33


Anche per il 2021 prosegue l’impegno dei carabinieri forestali del reatino nel contrasto al fenomeno degli incendi boschivi. Per questo sono stati intensificati i controlli, viste le condizioni climatiche avverse di questi giorni (siccità e vento) che hanno favorito lo sviluppo di incendi boschivi e non.

Sono all’opera infatti, oltre alle ordinarie pattuglie delle stazioni, carabinieri forestali specializzati nell’attività di repertazione e nell’applicazione di metodologie specifiche di analisi della scena del crimine che permettono di ricostruire a ritroso, attraverso una successione di azioni ben delineate, l’evoluzione di un incendio boschivo e a identificarne quindi il punto di insorgenza e quindi la causa scatenante. Grazie anche a queste metodologie investigative sono stati identificati e denunciati all’Autorità giudiziaria due soggetti responsabili di altrettanti incendi boschivi originati dal mancato controllo del fuoco da loro appiccato nel corso di operazioni di abbruciamento di residui vegetali.

La pena in caso di incendio boschivo colposo – ricordano dal Comando provinciale - può arrivare a un massimo di cinque anni di reclusione, e si sottolinea come sia altamente sconsigliabile porre in essere attività suscettibili di causare l’innesco di un incendio, tra cui anche l’accensione di barbecue o l’effettuare lavori a rischio (come ad esempio saldatura o smerigliatura di metalli) in prossimità di vegetazione seccaginosa.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori