Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Incidente stradale a Corvaro, sul posto i Vigili del fuoco

L'incidente di poco fa

Salvo il conducente

10/05/2021 17:42 

 

Maltempo, Protezione Civile Lazio: allerta meteo da domani pomeriggio e per 18 ore

Criticità idrogeologica e idrogeologica per temporali gialla su tutte zone allerta

10/05/2021 16:36 

 

Per il ristorante più antico di Roma vietati i tavoli all’esterno

L'esterno del ristorante 'la Campana'

Trancassini: la Campana non può riaprire

10/05/2021 16:30 

 
 

 
   

 

 

Furti in Bassa Sabina, i carabinieri arrestato due albanesi

 


 
 
virgolette

Indagini partite dopo un furto in una abitazione di Toffia

     

dalla Redazione
mercoledì 14 aprile 2021 - 12:10


Incessante, anche sul fronte della repressione dei reati contro il patrimonio, l’attività dei Carabinieri della Compagnia di Poggio Mirteto.

In quest’ambito e dopo un furto in una abitazione di Toffia della scorsa settimana ad opera di ignoti e giovani cittadini stranieri trovati in casa dal proprietario ed alla vista dello stesso, nel riuscire a portare comunque a compimento il furto di un braccialetto in argento di esiguo valore erano riusciti ad allontanarsi facendo perdere le loro tracce, che sono scattate le indagini dei militari.

Le immediate e continue attività messe in campo dai Carabinieri hanno permesso, anche a seguito di oggettivi riscontri tecnici e fotografici, di individuare due albanesi di 31 e 25 anni, domiciliati in località Prime Case di Fara in Sabina ed in Italia senza fissa dimora, fra l’altro anche colpiti da provvedimenti di espulsione emesso dalle competenti Autorità, quali responsabili del furto.

I due, riconosciuti “senza ombra di dubbio” anche dal proprietario quali autori materiali del furto consumato ai suoi danni presso la propria abitazione, visto il fondato e concreto pericolo di fuga e accertata la loro clandestinità nel territorio nazionale, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto e dopo una notte trascorsa presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Rieti  a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rieti.   

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori