Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

I carabinieri di Rieti ricevono l’Associazione combattenti e reduci di Selci

Donato il libro 'Selci 1915 - 1918' con testimonianze di oltre 200 reduci sabini. Grande la commozione dei presenti

24/07/2021 14:12 

 

Al via il mercatino dei libri usati della Rete degli Studenti Medi e Controvento

Si parte lunedì 26 Luglio presso 'Le Tre Porte' in via della verdura

24/07/2021 13:55 

 

Ondate di calore: attivo il Piano della Asl di Rieti 2021

Prevede, in stretta collaborazione con i Medici di Medicina Generale, una sorveglianza attiva sulla popolazione target, in base a quattro diversi livelli di rischio

24/07/2021 13:49 

 
 

 
   

 

 

Terremoto, Accumoli: si va verso l'ok al Piano ricostruzione

 

Le SAE ad Accumoli
Le SAE ad Accumoli

 
 
virgolette

Si procederà ad un unico documento per capoluogo e frazioni

     

dalla Redazione
martedì 13 aprile 2021 - 08:55


Dopo Amatrice, che lo ha approvato nei giorni scorsi, anche il Comune di Accumoli, altro borgo reatino che fu epicentro del terremoto del 2016, si appresta a varare il Piano Straordinario di Ricostruzione (Psr) per il suo territorio. Il via libera definitivo, propedeutico all'imminente passaggio in Consiglio comunale che ne sancirà il definitivo avvio, è arrivato al termine di un incontro tra Comune, comitati e associazioni dei territori, Ufficio Regionale per la Ricostruzione del Lazio e struttura commissariale del governo. Nell'incontro è stata ribadita la road map, su cui le parti hanno dato pareri convergenti, e che prevede per la fine del mese l'ultimazione del Piano.

«A quel punto - ha spiegato il sindaco di Accumoli, Franca D'Angeli - condivideremo il documento con la popolazione, per poi portarlo in Consiglio comunale».

Rispetto a quanto elaborato per Amatrice, ad Accumoli si procederà ad un unico documento per capoluogo e frazioni, alcune delle quali, come ad esempio gli abitati di Tino e San Giovanni, dovranno essere delocalizzati rispetto al loro domicilio originario, a causa dei movimenti tellurici seguiti allo sciame sismico del 2016, che ad Accumoli ha generato una importante modificazione geologica del suolo. La delocalizzazione riguarderà, seppure in parte, anche altre frazioni, come Grisciano e Fonte del Campo, nonché' la stessa parte bassa di Accumoli capoluogo.

«Dopo un periodo lungo, in cui non sempre si è riusciti a centrare gli obiettivi, mi pare di vedere che adesso, finalmente, ci siano impegni precisi su date e scadenze - ha commentato a margine dell'incontro il commissario straordinario alla ricostruzione post-sisma del 2016, Giovanni Legnini - non vedo l'ora che anche ad Accumoli venga licenziato il Piano Straordinario di Ricostruzione; gli strumenti legislativi che dovevano essere emanati ora ci sono».

 

 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori