Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Restaurata la scultura in terracotta della Virgo lactans di Lisciano

Rappresenta la figura di Maria ripresa nell’atto di allattare il Figlio

15/05/2021 09:28 

 

Studenti-musicisti della Basilio Sisti brillano nel concorso online

Sandro Sacco e i premiati

Protagonisti i ragazzi della classe di flauto traverso

15/05/2021 09:11 

 

Imago Sabinae, la mostra e il libro per raccontare la Sabina

Il 31 maggio l’iniziativa all’Archivio di Stato di Rieti con il volume di Roberto Lorenzetti

13/05/2021 11:37 

 
 

 
   

 

 

Nasce il «Cammino di Francesco Lab»

 


 
 
virgolette

Protagonisti tredici giovani reatini

     

dalla Redazione
lunedì 12 aprile 2021 - 18:12


Novità importanti da parte della Fondazione “Amici del Cammino di Francesco”, che comunica la nascita del “Cammino di Francesco Lab”, composto da un gruppo di giovani innamorati del proprio territorio e della sua forte vocazione spirituale. Il laboratorio, ideato e coordinato da Diego Di Paolo, vice Presidente della Fondazione, ha l’obiettivo di coinvolgere le nuove generazioni in un progetto di promozione e valorizzazione del Cammino di Francesco che non sia destinato solamente alla comunità locale, ma anche a turisti italiani e stranieri.

Un’iniziativa ambiziosa che, attraverso una comunicazione dinamica e innovativa, desidera esaltare l’arte, la bellezza e la spiritualità francescana del territorio reatino. In un periodo complesso come quello attuale, appare infatti necessario riscoprire i luoghi e soprattutto la grande statura morale di San Francesco d’Assisi, ripercorrendo le sue orme e il suo messaggio di pace e fratellanza.

«Dopo anni di lavoro, silenzioso ma costante, con le principali scuole del territorio reatino – ha dichiarato il presidente della Fondazione, fra Marino Porcelli – sono davvero felice di incoraggiare questa splendida iniziativa di un gruppo di universitari della nostra città, che aiuteranno la Fondazione e le Istituzioni locali a valorizzare e promuovere l’immenso patrimonio custodito nella nostra amata Valle Santa. Mi auguro che il lavoro del laboratorio curi innanzitutto i settori della comunicazione e della formazione, ambiti particolarmente presenti nelle corde delle giovani generazioni a cui consegneremo e lasceremo in eredità tanta bellezza. Ad maiora».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori