Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Maltempo, Protezione Civile Lazio: allerta meteo da domani pomeriggio e per 18 ore

Criticità idrogeologica e idrogeologica per temporali gialla su tutte zone allerta

10/05/2021 16:36 

 

Per il ristorante più antico di Roma vietati i tavoli all’esterno

L'esterno del ristorante 'la Campana'

Trancassini: la Campana non può riaprire

10/05/2021 16:30 

 

Grazie!

«Non andare in cerca di chissà quali luminari in altre città»

09/05/2021 16:22 

 
 

 
   

 

 

Covid: Amatrice rischia la zona rossa

 


 
 
virgolette

Il vicesindaco: «disastroso»

     

dalla Redazione
lunedì 12 aprile 2021 - 09:18


Il Comune di Amatrice rischia di essere proclamato "zona rossa" per l'impennata di contagi da Coronavirus registrati sul territorio negli ultimi giorni. Il borgo reatino che fu raso al suolo dal terremoto del 2016 affronta, ora, una nuova emergenza legata all'impennata di casi di positività accertati da parte della Asl di Rieti. Nelle ultime ore i contagi sono passati da poco meno di 20 a 44, per una percentuale complessiva, in rapporto ai residenti, del 2,1%. Numeri che fanno apparire dietro l'angolo l'ipotesi di ulteriori misure restrittive sul territorio. Un'ipotesi, quest'ultima, confermata anche dal vicesindaco di Amatrice, Massimo Bufacchi, facente funzione del primo cittadino dopo la prematura scomparsa di Antonio Fontanella, e autore di un appello pubblico alla cittadinanza residente.

«In questi ultimi giorni c’è stata una crescita esponenziale dei casi di Covid19 presenti all'interno del nostro Comune - ha scritto il vicesindaco Bufacchi - è importante sottolineare come nel giro di pochi giorni siamo passati da essere uno dei Comuni con gli indici più bassi nella provincia ad avere un tasso di contagi estremamente preoccupante: siamo, purtroppo, tra i primi cinque comuni della Provincia per rapporto abitanti/positivi».

«Al fine di evitare una zona rossa locale, che sarebbe disastrosa, oltre che per la salute, per la nostra economia - ha proseguito il vicesindaco - dobbiamo tutti assumere un comportamento responsabile: evitare tutti gli assembramenti non necessari, ridurre gli spostamenti, utilizzare sempre la mascherina, e indossandola correttamente, lavare o disinfettare spesso le mani. Con tutta probabilità i cluster responsabili di questa ondata sono stati identificati, ma, mai come ora, è davvero importante tenere altissimo il livello d'attenzione per evitare una diffusione del virus maggiore».

Ad oggi nel Lazio, tornato zona arancione dopo l'ultima settimana, c’è un solo Comune in zona rossa, Fara in Sabina.

 

 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori