Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

I carabinieri di Rieti ricevono l’Associazione combattenti e reduci di Selci

Donato il libro 'Selci 1915 - 1918' con testimonianze di oltre 200 reduci sabini. Grande la commozione dei presenti

24/07/2021 14:12 

 

Al via il mercatino dei libri usati della Rete degli Studenti Medi e Controvento

Si parte lunedì 26 Luglio presso 'Le Tre Porte' in via della verdura

24/07/2021 13:55 

 

Ondate di calore: attivo il Piano della Asl di Rieti 2021

Prevede, in stretta collaborazione con i Medici di Medicina Generale, una sorveglianza attiva sulla popolazione target, in base a quattro diversi livelli di rischio

24/07/2021 13:49 

 
 

 
   

 

 

Rieti. Conosciamo meglio il 16° Nucleo Elicotteri Carabinieri

 


 
 
virgolette

Nasce il 15 maggio 1964 la prima Sezione Elicotteri Carabinieri

     

dalla Redazione
venerdì 2 aprile 2021 - 12:45


Fin dal 1957 l’Arma dei Carabinieri può avvalersi del servizio aereo, da quando cioè, a seguito delle sempre crescenti esigenze operative, venne stipulata una convenzione con l’Aeronautica Militare che gli consentì di usufruire, temporaneamente, della forza aerea nazionale (tre elicotteri leggeri) per svolgere i propri compiti istituzionali.

Il 15 maggio 1964, a Frosinone, nasce la 1ª Sezione Elicotteri Carabinieri, all’interno della "Scuola di volo elicotteri" dell'Aeronautica Militare e nel 1965 si trasferisce come "Centro elicotteri Carabinieri" a Pratica di Mare. Contestualmente furono istituiti i primi tre Nuclei elicotteri Carabinieri a Bolzano, Cagliari e Palermo che, progressivamente diventarono 14.

Da allora l’Arma ha tenuto il passo con i tempi e dal 2006 si è munita del primo aeromobile: il Raggruppamento Elicotteri ha quindi assunto la denominazione di “Raggruppamento Aeromobili Carabinieri”.

A partire dal 1 gennaio 2017, con l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, l’Arma ha acquisito ulteriori quattro basi operative: Roma Urbe, Rieti, Pescara e Belluno con relativi velivoli, aumentando così la propria flotta e gli organici del proprio personale specializzato.

Contestualmente, dopo la riorganizzazione sul territorio, i Nuclei Elicotteri sono passati da 14 a 16 e sono stati capillarmente distribuiti su tutto il territorio nazionale per dare maggiore consistenza al supporto alle unità di terra nello svolgimento dei loro diuturni compiti istituzionali:

1° Nucleo Elicotteri Volpiano (TO) - 2° Nucleo Elicotteri Orio al Serio (BG) - 3° Nucleo Elicotteri Bolzano (BZ) - 4° Nucleo Elicotteri Pisa (PI) - 5° Nucleo Elicotteri Pescara (PE) - 6° Nucleo Elicotteri Bari (BA) - 7° Nucleo Elicotteri Pontecagnano Faiano (SA) - 8° Nucleo Elicotteri Vibo Valentia (VV) - 9° Nucleo Elicotteri Palermo (PA) - 10° Nucleo Elicotteri Olbia (OT) - 11° Nucleo Elicotteri Elmas (CA) - 12° Nucleo Elicotteri Catania (CT) - 13° Nucleo Elicotteri Forlì (FC) - 14° Nucleo Elicotteri Belluno (BL) - 15° Nucleo Elicotteri Villanova d'Albenga (SV) e il 16° Nucleo Elicotteri Rieti, con sede a Rieti all’interno dell’aeroporto “Giuseppe Ciuffelli”, in luogo del già esistente Centro Operativo Aereo - Sezione Staccata di Rieti del disciolto Corpo Forestale dello Stato.

Competente sui territori delle province di Rieti, L’Aquila e Perugia. E’ comandato dal Capitano Adolfo Donatiello, svolge le proprie attività principalmente al fine di garantire missioni di volo autonome ovvero a supporto dei Reparti Territoriali e Speciali per l’assolvimento dei compiti di istituto.

Tutti i Nuclei dipendono dal Raggruppamento Aeromobili Carabinieri con sede nell'Aeroporto di Pratica di Mare e vengono coordinati dal Servizio Aereo del II Reparto del Comando Generale dell’Arma. In caso di necessità possono essere utilizzati per la tutela dell’ordine pubblico, per sorvoli investigativi richiesti dall’Autorità Giudiziaria ovvero in caso di calamità in soccorso ed a supporto delle popolazioni colpite, per la prevenzione/repressione di incendi (servizio antincendio boschivo), il sequestro di discariche abusive e di cave (ha contribuito nel tempo al deferimento di oltre 40 soggetti per reati ambientali vari), per la tutela dell’ambiente (con particolare attenzione ai Parchi Nazionali).

Il corso per diventare pilota di elicottero dell’Arma dura 9 mesi circa.

 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori