Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

L'11 settembre a Rieti il Lazio Pride

Aperta la raccolta fondi

04/08/2021 14:39 

 

A Marcell Jacobs piace l’amatriciana, arriva l'invito a gustarla ad Amatrice

Marcell Jacobs

«Sarebbe un grandissimo onore per noi ospitare Jacobs» dicono dagli uffici comunali

04/08/2021 13:32 

 

Nuove regole per l’accesso alla Biblioteca Comunale Paroniana e al Museo Civico

Da venerdì prossimo necessario il Green Pass

04/08/2021 13:26 

 
 

 
   

 

 

Mafia, Cioffredi: i Comuni del Lazio intitolino le vie alle vittime

 


 
 
virgolette

Le nostre città diventino luoghi di memoria e impegno

     

dalla Redazione
domenica 21 marzo 2021 - 10:33


«Come risulta da una ricerca dell’Università Statale di Milano in Italia ci sono 6540 strade intitolate a vittime di mafie e nella classifica delle regioni il Lazio si colloca all'undicesimo posto con sole 205 vie dedicate alle vite spezzate dalle mafie».

Lo dichiara in una nota Gianpiero Cioffredi, presidente dell'Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio, che lancia un appello: «I sindaci, i Consigli Comunali si facciano promotori affinché le nostre città diventino luoghi di memoria e impegno dedicando alle vittime innocenti delle mafie strade, vie e piazze. Quei nomi possono essere esempio di coraggio affinché il peso della paura e dell'indifferenza non soffochi la nostra voce».

«Nella provincia di Roma risultano 114 strade col nome di vittime della violenza mafiosa, nella provincia di Viterbo 32, Frosinone 27, 18 Latina e Rieti 14. L'attribuzione di un nome alle nostre strade rappresenta una pratica di appropriazione della storia nello spazio urbano intrecciando significato culturale e simbolico», spiega Cioffredi.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori