Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Diede fuoco e uccise il compagno, rinviata a giudizio dal Gup di Rieti

Confermata l'imputazione di omicidio volontario premeditato e pluriaggravato

12/04/2021 09:21 

 

Covid: Amatrice rischia la zona rossa

Il vicesindaco: «disastroso»

12/04/2021 09:18 

 

Configni, i Carabinieri denunciano 13 persone che preparavano un «rave party»

I giovani entrano in un capannone di proprietà del Comune

12/04/2021 08:24 

 
 

 
   

 

 

Polizia, Squadra volante: un arresto e due denunce

 


 
 
virgolette

Lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale, minacce e obbligo di dimora non rispettato i reati contestati

     

dalla Redazione
martedì 2 febbraio 2021 - 08:11


Gli Agenti della Squadra Volante dell’ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Rieti hanno arrestato un cittadino della Costa d’Avorio del 1996, domiciliato nel capoluogo reatino, resosi responsabile di lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nella serata di venerdì scorso, una pattuglia della Polizia di Stato ha proceduto al controllo del giovane extracomunitario nella centralissima Piazza San Francesco. L’uomo, alla richiesta dei suoi documenti di identificazione, si è rifiutato di fornire le proprie generalità ed ha inveito contro gli Agenti, dapprima verbalmente e poi, con violenza, si è scagliato contro uno dei due operatori colpendolo violentemente e procurandogli delle lesioni fortunatamente non gravi.

Solo grazie all’intervento di altri due equipaggi della Polizia di Stato lo straniero di 25 anni è stato bloccato, identificato, arrestato e messo a disposizione della locale Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la traduzione presso la sua abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa di rispondere dei reati di lesioni e di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Rieti hanno inoltre denunciato in stato di libertà un reatino del 1961, responsabile di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del Giudice. L’uomo, gravato della misura cautelare dell’Obbligo di Dimora nel Comune di residenza, si era recato presso gli uffici della Questura di Rieti per presentare una non urgente denuncia di smarrimento, violando il divieto del Tribunale di Rieti di allontanarsi dal proprio domicilio.

Infine, sempre gli Agenti della Polizia di Stato in servizio di Volante, hanno denunciato in stato di libertà un nigeriano di 20 anni, residente in Rieti, sorpreso nelle pertinenze della sua abitazione, in pieno centro del capoluogo, con in mano un coltello che avrebbe voluto utilizzare per minacciare un suo connazionale con il quale aveva avuto una lite.

Il pronto intervento degli uomini della Questura di Rieti ha impedito che l’uomo potesse uscire dalla sua abitazione e raggiungere con il coltello l’altro straniero, che nel frattempo si era allontanato velocemente. Lo straniero è stato immobilizzato e riportato alla calma prima di essere accompagnato in Questura per essere segnalato alla locale Autorità Giudiziaria davanti alla quale dovrà rispondere del reato di Resistenza a Pubblico Ufficiale.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori