Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Oggi il 169° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato

Il consuntivo dell’attività svolta nel 2020 dalla Questura di Rieti

10/04/2021 17:43 

 

Eccidio Fosse Reatine, Cicchetti: «Ho preferito lasciare la parola al silenzio»

Oggi la commemorazione presso il monumento di Quattro Strade

09/04/2021 12:47 

 

Consorzio industriale unico regionale: Rieti non stia a guardare

Pietro Santarelli

Il Segretario Ugl Santarelli: «Il nostro territorio ancora una volta vessato dalla logica dei numeri»

09/04/2021 12:18 

 
 

 
   

 

 

Caccia al cinghiale: sì della Regione agli spostamenti dei cacciatori fra Comuni

 


 
 
virgolette

Federcaccia chiede identico provvedimento anche per chi pratica questa forma di caccia

     

dalla Redazione
giovedì 28 gennaio 2021 - 09:43


Federcaccia Lazio ringrazia l'Assessora regionale all'Agricoltura della Regione Lazio, On. Enrica Onorati, per l'intervento presso la Prefettura di Roma volto ad ottenere il chiarimento riguardo le disposizioni relative agli spostamenti, contenute nell'ultimo DPCM. Da tale intervento è stato possibile consentire, per il momento ai soli cacciatori cinghialisti, di spostarsi fra Comuni per lo svolgimento dell'esercizio venatorio.

Tuttavia, al momento, i cacciatori che non praticano la caccia al cinghiale restano confinati all'interno dei rispettivi Comuni di residenza: Federcaccia Lazio ritiene ingiusta tale situazione, e richiede alla Regione di estendere quanto prima a tutti i cacciatori, e non soltanto ai cinghialisti, la possibilità di spostarsi fra i Comuni ricadenti all'interno del proprio Ambito Territoriale di Caccia.

Tutte le forme di caccia meritano pari dignità e pari trattamento, visto e considerato che tutti i cacciatori pagano, ogni anno, le medesime tasse di concessione per svolgere l'attività venatoria, a prescindere dal fatto che si dedichino a questa o a quella determinata forma di caccia. Non riteniamo accettabili disparità di trattamento all'interno della stessa categoria: pertanto, nell'apprezzare il lavoro finora svolto dalla Regione, rimaniamo fiduciosi in un intervento risolutivo anche per le altre forme di caccia che resteranno aperte, come da calendario venatorio, fino al prossimo 10 febbraio.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori