Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Oggi il 169° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato

Il consuntivo dell’attività svolta nel 2020 dalla Questura di Rieti

10/04/2021 17:43 

 

Eccidio Fosse Reatine, Cicchetti: «Ho preferito lasciare la parola al silenzio»

Oggi la commemorazione presso il monumento di Quattro Strade

09/04/2021 12:47 

 

Consorzio industriale unico regionale: Rieti non stia a guardare

Pietro Santarelli

Il Segretario Ugl Santarelli: «Il nostro territorio ancora una volta vessato dalla logica dei numeri»

09/04/2021 12:18 

 
 

 
   

 

 

Calisse: chiarimenti e sfide sulle tariffe idriche

 

© Mariano Calisse
© Mariano Calisse

 
 
virgolette

Cos’è che la popolazione deve aspettarsi in termini di aumenti?

     

dalla Redazione
mercoledì 27 gennaio 2021 - 10:11


Dopo le precisioni di qualche mese fa (Novembre 2020), il Presidente della Provincia torna ad aggiornare la cittadinanza in merito alle tariffe idriche, per chiarire cosa la popolazione debba aspettarsi in termini di aumenti e far chiarezza su possibili inesattezze.

«Gli adeguamenti tariffari stabiliti dall’ATO nel 2018 prevedevano aumenti pari a 7,5% per il 2020- 5,4% per il 2021, 4,8% per 2022-2023. – spiega Calisse - Per scongiurare l’aumento votato nel 2018, sotto un’amministrazione a guida PD, l’ATO3 ha riformulato dopo varie ipotesi, la tabella relativa agli adeguamenti. Venerdì 22 gennaio l'Assemblea dei Sindaci con una larghissima maggioranza e con il contributo di tutti a prescindere dagli schieramenti politici e soprattutto grazie alla preziosa collaborazione dei sindaci in capo al comitato controllo analogo sono stati approvati degli adeguamenti minimi ben inferiori a quelli previsti nel 2018 e nello specifico: 2% nel 2020, 4,9% 2021, 4% 20211-2023».

«Queste risorse saranno assegnate ai Comuni  fuori dai contributi dell’interferenza d’ambito e saranno indirizzate per offrire una serie di agevolazioni a famiglie in difficoltà/numerose e a piccole attività commerciali. Gli obblighi di legge non hanno permesso un azzeramento degli aumenti, ma di certo l’Assemblea è riuscita a ridurli al minimo in questo momento difficile. Vorrei sottolineare – conclude il presidente della Provincia - che la vera sfida è ora nel piano di investimenti che saranno realizzati: 30 milioni di euro circa in 3 anni che potranno aumentare la qualità del servizio idrico provinciale per tutti».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori