Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Incuria aree private, la competenza non è del Comune di Rieti

«Strumentalizzare tutto per fini politici e pre-elettorali?»

03/08/2021 20:38 

 

Bacini idroelettrici del Salto e del Turano, Melilli: bene l'acquisto di Enel

Lago del Salto

Nuove prospettive alle comunità locali

03/08/2021 08:43 

 

Ripavimentazione strade, Emili: «investiamo altri 370mila euro»

In totale finora oltre 2,5 milioni per gli asfalti

30/07/2021 08:18 

 
 

 
   

 

 

Ghera (FdI): sanitari contagiati, i numeri allarmano

 

Fabrizio Ghera
Fabrizio Ghera

 
 
virgolette

Questo purtroppo conferma l’impreparazione della Regione alla seconda ondata del virus

     

di L.d.A.
mercoledì 2 dicembre 2020 - 16:25


«Allarmante il dato fornito il 25 novembre dai sindacati, che quantificano in circa  2.400 i positivi al Covid19 nel personale sanitario di ospedali ed Asl del Lazio. Questo purtroppo conferma quanto evidenziato in precedenti interrogazioni e cioè l’impreparazione della Regione alla seconda ondata del virus che ha determinato il verificarsi di situazioni come la promiscuità nei nosocomi tra pazienti Covid e altri malati, le carenze di dispositivi di protezione individuale ed il ritardo con cui sono partiti i tamponi periodici, causali che hanno amplificato il rischio del contagio tra medici, infermieri e operatori socio sanitari. Il venir meno dal servizio di così tante unità di personale contagiate è una criticità rilevante che poteva essere evitata se l’Amministrazione Regionale avesse ascoltato le segnalazioni degli addetti ai lavori come per esempio sull’impiego, sin dai primi giorni della seconda ondata, di Usca per la Medicina del Territorio, cosa che avrebbe ridotto la pressione sugli ospedali e la positività di tanti medici di base».

Così in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi alla Regione Lazio.

«Sulla questione ho interpellato l’assessore alla Sanità, ma la sua risposta non è stata rassicurante nel passaggio in cui afferma esservi omogeneità tra il dato di positivi della popolazione e quello del personale sanitario. Medici ed infermieri infatti, sono coloro che contrastano la malattia, che prestano le cure e devono essere maggiormente protetti, se si vuole vincere la guerra contro il Coronavirus. Insufficiente la replica dell’Assessore – conclude Ghera - anche sui numeri del contagio in cui fa riferimento a dati incompleti relativi solo alle ultime due ultime settimane».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori