Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

A Illica lo sciacallaggio compie cinque anni

Ora un sito Web aiuterà nella ricerca degli oggetti scomparsi: ma con quali speranze?

12/04/2021 18:00 

 

Tubi Spa: dichiarazioni strumentali delle OO.SS

L’azienda resta disponibile al dialogo. Inviata la rettifica

12/04/2021 11:22 

 

Inaugurata la farmacia Del Poggio

Calisse: «Un servizio in più per i cittadini, una gioia partecipare»

11/04/2021 18:10 

 
 

 
   

 

 

448 milioni per la cassa integrazione dei dipendenti dell’artigianato

 

©
©

 
 
virgolette

Maurizio Aluffi: «Finalmente un po’ di respiro per 31mila lavoratori ridotti alla fame»

     

dalla Redazione
venerdì 27 novembre 2020 - 19:12


Dopo mesi e mesi forse siamo alla svolta. Quasi 31mila lavoratori dipendenti di oltre 10mila imprese artigiane del Lazio aspettano il pagamento della cassa integrazione di giugno, luglio agosto, settembre e ottobre. Una situazione drammatica che sta mettendo a dura prova migliaia di famiglie, spesso monoreddito.

È di questi giorni, finalmente, l’emanazione del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e Finanze, con il quale sono trasferititi al Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (FSBA) 448.125.003,97 euro, così come previsto dai provvedimenti varati dal Governo per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Ad annunciarlo è lo stesso Ministro del Lavoro.

Dall’inizio della pandemia, lo stanziamento complessivo di risorse statali in favore dei lavoratori dipendenti di imprese artigiane è stato di oltre 1,6 miliardi di euro, frutto di otto decreti (interministeriali e di trasferimento) elaborati ed emanati.

Maurizio Aluffi, Direttore di Confartigianato Imprese Rieti e Presidente dell’Eblart (Ente Bilaterale per l’artigianato del Lazio), esprime apprezzamento per l’impegno e la sensibilità della Ministra del lavoro Nunzia Catafalco. «Queste risorse – sottolinea Aluffi – sono indispensabili per coprire i mesi da giugno a settembre. La speranza è che non si frappongano ritardi burocratici e che i fondi vengano resi rapidamente disponibili nelle casse di Eblart, che provvederà immediatamente a erogarli ai destinatari. L’apparato organizzativo di Eblart – sottolinea Maurizio Aluffi – è in grado di distribuire le risorse ai diretti interessati in meno di due giorni. Per quanto riguarda la provincia di Rieti – conclude il Presidente dell’Eblart – parliamo di 474 aziende e 1242 lavoratori, a cui sono già stati erogati 1.800.000 euro. Per coprire i medi di giugno, luglio, agosto e settembre servirà all’incirca un ulteriore milione di euro».

Ricordiamo che la cassa integrazione per i dipendenti del settore artigiano non passa tramite Inps, ma da FSBA che provvede, tramite gli organismi regionali (che nel caso del Lazio coincide con la struttura di Eblart), ad erogare i fondi direttamente alle imprese.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori