Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Test salivali a Fara in Sabina, la Asl si occuperà della distribuzione

80 al giorno e dei servizi di accettazione e analisi presso il Laboratorio aziendale ospedaliero

15/04/2021 19:03 

 

Cotral, nuovi 8 bus per le tratte a corto e medio raggio

800 nuovi autobus su strada in cinque anni

15/04/2021 18:39 

 

Un nuovo portone per la chiesa di Limiti di Greccio

L’opera, voluta dalla Parrocchia e dalla Pia Unione Sant’Antonio, porta la firma dall’artista veronese Albano Poli

15/04/2021 18:36 

 
 

 
   

 

 

Chiusura o ridimensionamento Oncologia Medica Asl Rieti, è una Fake News

 

Anna Ceribelli
Anna Ceribelli

 
 
virgolette

Parla il direttore dell’Oncologia Medica della Asl di Rieti Anna Ceribelli

     

dalla Redazione
giovedì 26 novembre 2020 - 16:30


«L’offerta clinico-assistenziale per il paziente Oncologico complesso che necessita di ricovero ordinario è garantita da una gestione multidisciplinare con il supporto di un’equipe integrata e multi-specialistica (cardiologo, internista, pneumologo, geriatra, oncologo, nefrologo). Tutte le nostre energie sono ora più che mai volte a salvaguardare l’equilibrio psico-fisico dei nostri Pazienti resi ancor più fragili dall’emergenza COVID in corso». È quanto dichiara il Direttore dell’Unità Operativa Complessa dell’Oncologia Medica della Asl di Rieti Anna Ceribelli.

«Non è la collettività che richiede un chiarimento, - prosegue - non sono i pazienti che richiedono cure, non è il cittadino che manca di assistenza, non sono le cure che difettano, non è il personale che manca di impegno ne’ di disponibilità; è che coloro che in una situazione di stress sociale dovrebbero difendere l’interesse di tutti, guarda a piccole disfide di bottega, è che prevale il sensazionalismo della discriminazione al riconoscimento della sofferenza e del sacrificio, è che fa audience la diffusione di notizie false e tendenziose quando la cittadinanza è disorientata dalla paura, è che si denunciano inefficienze per ottenere privilegi, incompetenze per ottenere vantaggi, è che si minaccia di ricorrere alla magistratura e alle forze dell’ordine per alimentare e attirare l’attenzione, è che si sparge intolleranza e aggressività tramite chiacchiericcio incompetente e superficiale».

«Personalmente, oggi, - aggiunge Ceribelli - non ho la forza di controbattere alla vigliaccheria, non è il momento, per me, di dimostrare quanto sono inconsistenti, ingiustificate e superficiali le critiche mosse, non ho le risorse per affrontare i detrattori, non ho il tempo per scrivere e rispondere a tono alle allusioni ... mi dispiace. Quando tutto questo sarà finito e i delatori saranno evaporati spero che qualcuno mi supporti nel disegnare un modello assistenziale diverso: quello attuale, loro i delatori, non se lo meritano».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori