Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Amatrice, maltrattamenti in famiglia: i Carabinieri arrestano un rumeno

Rumeno picchia per l’ennesima volta la moglie davanti al figlio minorenne

16/04/2021 08:46 

 

Carta PostePay clonata, due persone denunciate dalla Polizia di Stato

Nei guai un cinquantaquattrenne del Bangladesh e un quarantaduenne di Lecce

15/04/2021 08:55 

 

Orvinio: un arresto per resistenza a pubblico ufficiale

Carabinieri intervenuti spintonati e minacciati con una baionetta

15/04/2021 08:41 

 
 

 
   

 

 

Rifilano una falsa polizza assicurativa su facebook, denunciate due donne campane

 


 
 
virgolette

Sono riuscite a farsi accreditare la somma di duemila euro su una loro carta prepagata

     

dalla Redazione
giovedì 26 novembre 2020 - 13:48


Approfittano dei social per truffare. È accaduto ad una donna, che su Facebook veniva attratta ed invogliata da una offerta strepitosa di una polizza per autoveicoli. L’azione truffaldina è stata messa in opera da due donne campane dimoranti nella provincia di Napoli le quali, sono riuscite a farsi accreditare la somma di duemila euro su una loro carta prepagata, per l’acquisto di una polizza assicurativa per autoveicoli che praticamente copriva ogni tipo di danno, con dei massimali altissimi e con promesse risarcitorie quasi immediate.

Solo dopo alcuni giorni, la donna si rendeva conto che era stata raggirata, allorquando la fantomatica polizza, in effetti, non era stata recapitata al proprio domicilio e i contatti telefonici con le fautrici della truffa risultavano anch’essi falsi. Pertanto la denuncia ai Carabinieri della Stazione di Poggio Mirteto, i quali si sono messi immediatamente all’opera, avviando un’indagine tecnica sia sul sito utilizzato per montare la truffa, sia attraverso i movimenti della carta prepagata sulla quale era stato accreditato il denaro.

Al termine delle indagini, i militari sono risusciti ad identificare le due donne, che venivano deferite in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa. Sono in atto indagini da parte dei Carabinieri, per verificare se attraverso lo stesso social, sono stati messi in atto altri raggiri da parte delle due donne.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori