Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Il Consorzio «Salaria è» presente al BIT di Milano con un solo click

Molte le strutture consorziate del nostro territorio: dalla Valle Falacrina alle Montagne del Parco Nazionale della Laga

09/05/2021 09:46 

 

Aci rafforza i servizi nel Reatino con nuovi presidi

Sub agenzia Sara a Passo Corese e Magliano

08/05/2021 09:38 

 

Il carro di Eretum in mostra a Rieti

La cultura più forte della pandemia

07/05/2021 20:26 

 
 

 
   

 

 

USPP: emergenza Covid-19 nel carcere di Rieti

 

©
©

 
 
virgolette

Il sindacato: «Urge sostegno da parte dell’Asl alla Polizia Penitenziaria»

     

dalla Redazione
mercoledì 18 novembre 2020 - 19:38


«Ci sono pervenute notizie che presso la Casa Circondariale di Rieti i circa 130 unità di Polizia Penitenziaria non sembrano aver mai ricevuto alcun intervento a suo favore per eventuali tamponi su base volontaria per verificare le loro condizioni legate al COVID-19 considerando l’importanza del lavoro svolto all’interno di un sistema carcere che ad oggi in sede nazionale vede oltre 940 casi tra il personale è oltre 750 tra la popolazione detenuta». È quanto si legge in una nota del USPP, l’Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria.

«Mentre sono ben 59 i Poliziotti è 54 i detenuti risultati positivi nelle tre regioni Lazio, Abruzzo e Molise collegate essendo territorialmente di competenza del Provveditorato regionale di Roma, che significa che il COVID non fa sconti a nessuno. Per questi motivi – prosegue la nota - USPP con una lettera ai vertici dell’Asl è all’Assessorato sanità regione Lazio, ha chiesto urgentemente di portare sostegno alla Polizia Penitenziaria e di tutti gli operatori che svolgono servizi all’interno del carcere di Rieti (con circa 300 detenuti), perché possano ricevere la giusta attenzione con relativi tamponi è per un'attività di screening importante nel merito di questa gravissima emergenza planetaria».

Dal sindacato ricordano «che in altre sedi penitenziarie attraverso la Direzione Sanitaria delle stesse dipendenti delle ASL si stanno adoperando ad aiutare in questa difficile situazione la Polizia Penitenziaria è tutti gli altri operatori, pertanto auspichiamo che questo si renda possibile anche alla Casa Circondariale di Rieti».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori