Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Colleferro: i due 2 arrestati portati in carcere a Rieti

Colleferro

Nuovo pestaggio dove uccisero Willy

18/04/2021 14:33 

 

Carabinieri forestali: individuati due responsabili di incendi boschivi

Prosegue l’impegno dei militari, intensificati i controlli

18/04/2021 11:33 

 

Ruba rame in area sottoposta a sequestro, scoperto dai Carabinieri in volo

Arrestato un trentacinquenne di Rieti

18/04/2021 11:28 

 
 

 
   

 

 

Carabinieri, arresti e denunce nel fine settimana

 


 
 
virgolette

Intensificati i controlli sul territorio

     

dalla Redazione
lunedì 2 novembre 2020 - 08:49


Weekend impegnativo, ma fruttuoso per i militari dell’Arma del Comando Provinciale. A Poggio San Lorenzo i militari della locale Stazione, appartenenti al Comando Compagnia di Rieti, hanno arrestato, su ordinanza applicativa della misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Rieti, un cittadino sudanese, classe 1980, da tempo residente in Torricella in Sabina, in quanto responsabile di atti persecutori ai danni di una donna. Fatti commessi nel febbraio 2020. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Roma Regina Coeli.

A Fara in Sabina, in località “Talocci”, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Poggio Mirteto hanno sottoposto a test alcolemico il conducente di un’autovettura che viaggiava sulla carreggiata in modo non consono ai dettami del codice della strada. Si tratta di un cinquantenne del luogo, al quale è stato rilevato un tasso alcoolico di gran lunga superiore al consentito. All’uomo è stato ritirato il documento di guida e l’autovettura affidata alla proprietaria.

Sempre a Fara in Sabina, i militari della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà, per il reato di detenzione abusiva di armi, un quarantacinquenne del luogo, che, a seguito di un controllo domiciliare, è stato trovato in possesso di un pugnale con una lama della lunghezza totale di 13 cm.

Sempre nello stesso Comune, i militari hanno denunciato in stato di libertà un italiano, classe ‘70, residente a Fiano Romano, per il reato di possesso ingiustificato di armi e oggetti atti ad offendere, nonché di chiavi alterate. Lo stesso, controllato a bordo della propria autovettura, è stato trovato in possesso di due taglierini, un frangi vetro e due grossi cacciavite.

A Rieti i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rieti hanno denunciato in stato di libertà due persone, rispettivamente classe ‘68 e ’75, entrambe residenti in Sabina. Il primo soggetto si era reso responsabile dei reati di violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale e guida in stato di ebbrezza, mentre il secondo dei reati di violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. Gli stessi, a seguito di un controllo alla circolazione stradale, avevano proferito frasi ingiuriose e minacce nei confronti dei militari. Al conducente è stata ritirata la patente di guida, mentre l’auto veniva affidata alla depositeria autorizzata.

Ad Antrodoco i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di specifico servizio, hanno denunciato in stato di libertà un quarantenne residente ad Amatrice risultato, ai controlli a seguito di un incidente stradale occorso alla guida della propria autovettura, in stato di evidente alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di cannabinoidi. I militari hanno ritirato immediatamente il documento di guida, mentre l’autovettura è stata posta sotto sequestro per la successiva confisca.

A Borbona, infine, i militari di quella Stazione hanno denunciato in stato di libertà un cinquantenne pregiudicato del luogo sorpreso a circolare al volante della propria autovettura in evidente stato di ebbrezza alcoolica. In tale circostanza, lo stesso aveva ostacolato più volte gli operanti nel compiere un atto del proprio ufficio. A seguito delle sue precarie condizioni psico-fisiche, l’uomo, trasportato a mezzo di ambulanza all’Ospedale civile di Rieti, si è rifiutato a sottoporsi agli accertamenti alcolemici e sanitari. 

Per questo è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Rieti per rifiuto di sottoporsi ad accertamento sanitario e resistenza a Pubblico Ufficiale. I successivi accertamenti hanno poi consentito di verificare che l’uomo si era messo al volante dell’auto con la patente scaduta da cinque anni.   

 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori