Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Salvo l'escursionista disperso sull'altopiano di Rascino

A trovarlo i Carabinieri di Fiamignano

04/08/2021 07:42 

 

Regione Lazio: ripristino sistema prenotazione vaccini e anagrafe vaccinale entro 72 ore

Il palazzo della Regione Lazio

Questa notte i sistemi informativi della Regione hanno subito e respinto l’ennesimo attacco

03/08/2021 18:18 

 

Spento dai Vigili del fuoco l'incendio a Corvaro

Alle fiamme sterpaglie, in pericolo lo svincolo autostradale sulla SS 579 Cicolanense

03/08/2021 17:01 

 
 

 
   

 

 

Elezioni 2019, Consiglio di Stato: verso il riconteggio delle schede ad Accumoli

 


 
 
virgolette

Franca D'Angeli vinse per un solo voto rispetto al candidato risultato sconfitto Francesco Nigro

     

dalla Redazione
sabato 30 maggio 2020 - 09:30


Il Consiglio di Stato, con una sentenza emessa giovedì scorso, e ribaltando la decisione presa in primo grado dal Tar del Lazio lo scorso 21 ottobre, ha disposto il riconteggio delle schede elettorali nel Comune di Accumoli, dando mandato al Ministero dell'Interno, attraverso la Prefettura di Rieti, di verificare di nuovo, nel dettaglio, tutta la documentazione relativa alle elezioni comunali del 26 maggio 2019, che hanno sancito la vittoria dell'attuale primo cittadino, Franca D'Angeli, per un solo voto rispetto al candidato risultato sconfitto, Francesco Nigro.

Lo stesso Nigro, assieme ai colleghi della lista sconfitta, presentò immediatamente ricorso al Tar, contestando alcune presunte irregolarità e omissioni da parte del collegio elettorale nel conteggio dei voti, in particolare su due schede conteggiate come "nulle" e su una scheda bianca. Il ricorso, come detto, fu respinto da Tar, così gli avvocati dei ricorrenti hanno presentato appello al consiglio di Stato, che ha invece accolto, nel merito, quanto meno la richiesta di un «approfondimento istruttorio» sul risultato elettorale.

Dando mandato immediato al Prefetto di Rieti di verificare nuovamente il materiale contestato dai ricorrenti, parte del quale fu omesso, invece, nelle argomentazioni del pronunciamento del Tar. Risvolto clamoroso, dunque, per una vicenda che sembrava chiusa, e che se confermata secondo le tesi dei ricorrenti, potrebbe portare ad un incredibile ribaltamento del risultato elettorale nel comune Reatino che fu epicentro del terremoto del 2016.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori