Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Due spettacoli imperdibili al Teatro Potlach di Fara

Appuntamento con «Augmented me» dell’associazione Mopstudio e «Telemomò» di e con Andrea Cosentino

29/09/2021 10:36 

 

A Rieti l'incontro culturale per l'80°anniversario del transito del Venerabile Massimo Rinaldi

L'Auditorium Santa Scolastica ospiterà l'evento

29/09/2021 10:26 

 

Targa de «I Luoghi del Cuore del FAI» per l'ex Ospedale e S. Antonio Abate

Un convegno istituzionale che ripercorrerà il lavoro del FAI Rieti

29/09/2021 09:50 

 
 

 
   

 

 

Fara Music, oggi il jazz e il rock dei Quantum Trio

 


 
 
virgolette

Ieri un successo l'esibizione del Tomasz Chyła Quintet

     

dalla Redazione
venerdì 27 luglio 2018 - 08:33


Nonostante il maltempo il Fara Music Festival 2018 prosegue con i progetti internazionali che quest’anno animano l’estate di Fara in Sabina. Ieri, giovedì 26 luglio, infatti, presso il Convento delle Clarisse Eremite, si è esibito il quintetto di Tomasz Chyła, band polacca per la prima volta presente in questa location.

La band, pur non suonando nel palco principale del Festival, ha dato vita ad un set coinvolgente, mescolando il jazz con la musica folk e con l’avanguardia grazie ad un utilizzo efficace dell’elettronica. Ed è proprio il violino del leader della band a legare in un unico linguaggio queste forme espressive con melodie semplici ed immediate aiutate da groove incalzanti e dinamici.

 Tomasz Chyła Quintet è completato da Piotr Chęcki al sassofono, Szymon Burnos al piano ed elettronica, Krzysztof Słomkowski al contrabbasso, Sławek Koryzno alla batteria. Una band compatta con una ritmica consolidata che possiede un’anima ben definita ed una forte alchimia di gruppo. L’appuntamento a questo punto è per oggi, venerdì 27 luglio, con i Quantum Trio, una band non convenzionale dall’anima crossover che fonde il jazz con il rock ed il punk dando vita ad un genere oltre i confini.

La formazione polacca è nata a Rotterdam nel 2012 dalla collaborazione di Michal Jan Ciesielski (sax), Kamil Zawislak (piano) e Luis Mora Matus (batteria). Un trio dalle grandi capacità che coniuga alla perfezione il linguaggio del jazz con quello del rock, creando uno stile aggressivo ma allo stesso tempo dolce e diretto.

Non a caso questa band rappresenta un incontro tra passato e presente e tra stili diversi che appartengono a diverse tradizionali musicali. Non mancano groove, interplay, improvvisazione pure e potenti crescendo alternati a momenti più rarefatti.











 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori