Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Ciclismo, Antonelli chiude a Piobbico una carriera trentacinquennale

Giorgio Antonelli

Il reatino ha collezionato 735 gare ottenendo 176 vittorie

27/10/2020 10:06 

 

Ieri l’omaggio della 1000 Miglia con il passaggio ad Amatrice

Il passaggio ad Amatrice

Emozionante corteo lungo Corso Umberto 1°

24/10/2020 19:59 

 

L'A.C.Cittareale ha un nuovo presidente

Enrico Rossi

Enrico Rossi subentra al dimissionario Amelio Camponeschi

24/10/2020 09:32 

 
 

 
   

 

 

Campionati Europei Wakeboard 2018: l’edizione dei record

 

Un momento della presentazione
Un momento della presentazione

 
 
virgolette

Al Lago del Salto si sfideranno 17 Team nazionali e oltre 150 atleti. Ponzani: «un grande evento per il territorio, la gente venga a divertirsi con noi»

     

dalla Redazione
venerdì 15 giugno 2018 - 10:36


Si è svolta presso la Sala Consiliare dell’Amministrazione Provinciale di Rieti la conferenza stampa di presentazione dei Campionati Europei di Wakeboard 2018. Un evento straordinario che torna in Italia a distanza di 14 anni dall’unico precedente e che proietterà il Lago del Salto e la Provincia di Rieti alla ribalta internazionale dal 29 luglio al 4 agosto.

Sono ben 17 le squadre Nazionali già iscritte alla competizione per un numero di atleti che supererà i 150. Un vero e proprio record che assegna all’edizione reatina la palma del Campionato Europeo più partecipato di sempre. I Campionati 2018 si annunciano come un grande evento anche sotto il punto di vista della promozione del territorio, considerando che già oggi sono quasi al completo tutte le attività ricettive del Cicolano e diversi alberghi della città di Rieti.

Alla conferenza stampa hanno preso parte Claudio Ponzani, del CNVSWave ed organizzatore dell’evento, il Presidente della Provincia di Rieti, Giuseppe Rinaldi, il Presidente della Comunità Montana Salto-Cicolano, Gaetano Micaloni, i Sindaci del territorio ricompreso nella Comunità - Gaetano Micaloni di Petrella Salto, Mariano Calisse per Borgorose, Gabriele Maglioni per Varco, Pierluigi Buzzi di Concerviano, Daniele Raimondi di Marcetelli, Ilaria Gatti di Pescorocchiano, Carmine Rinaldi di Fiamignano - il Delegato provinciale del Coni di Rieti, Luciano Pistolesi, il Consigliere delegato allo sport del Comune di Rieti, Roberto Donati, il rappresentante della Federazione Internazionale IWWF, Stefano Duranti e il Presidente della Federazione Italiana sci nautico e wakeboard, Luciano Serafica.

«La massiccia adesione all’evento ci rende orgogliosi e ci auguriamo che a questa possa accompagnarsi una altrettanto significativa presenza di pubblico nel nostro amato Cicolano – ha dichiarato Claudio Ponzani – ringrazio tutti i partner, le Federazioni e le Istituzioni, in particolar modo i Sindaci e il Presidente della Comunità Montana Salto-Cicolano che hanno immediatamente sostenuto l’ iniziativa, dimostrando di avere a cuore lo sviluppo del territorio».

«Grazie alla Federazione nazionale e a quella Internazionale per aver scelto il Lago del Salto – ha aggiunto il Presidente della Comunità Montana, Gaetano Micaloni – Per noi è motivo d’orgoglio ospitare una competizione di tale portata. Riponiamo in essa importanti aspettative nell’ottica della promozione di un territorio straordinario, fatto di ambiente, storia, cultura, tradizioni e prodotti. Questo evento non sarà grandioso soltanto per l’aspetto sportivo ma anche per il ritorno in termini di sviluppo economico e d’immagine del Cicolano». «Non avete solo un territorio meraviglioso ma anche uno specchio d’acqua che è tra i più apprezzati al mondo dagli atleti - ha commentato Stefano Duranti della IWWF – è stato semplice per le Federazioni accogliere la candidatura di un luogo straordinario come il Lago del Salto».

«Ci sono tre fattori che ci hanno portato a scegliere questa location – ha spiegato il Presidente della FISW, Luciano Serafica – il primo è che il Salto è l’università del wakeboard, la location perfetta che tutta Europa ci invidia. Il secondo è che proprio qui si allena la Nazionale italiana che tanti successi ha avuto negli ultimi anni e che punta alla vittoria anche in questo Europeo. Il terzo è che la Federazione è legata a questo territorio e l’idea è nata spontaneamente con Claudio dopo il terremoto che ha colpito il Centro Italia. Volevamo fare qualcosa di grande per queste terre e i Campionati Europei erano l’occasione giusta».











 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori