Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Due spettacoli imperdibili al Teatro Potlach di Fara

Appuntamento con «Augmented me» dell’associazione Mopstudio e «Telemomò» di e con Andrea Cosentino

29/09/2021 10:36 

 

A Rieti l'incontro culturale per l'80°anniversario del transito del Venerabile Massimo Rinaldi

L'Auditorium Santa Scolastica ospiterà l'evento

29/09/2021 10:26 

 

Targa de «I Luoghi del Cuore del FAI» per l'ex Ospedale e S. Antonio Abate

Un convegno istituzionale che ripercorrerà il lavoro del FAI Rieti

29/09/2021 09:50 

 
 

 
   

 

 

Rione Monti ed Amatrice: ieri, oggi e… domani?

 

Il Rione Monti a Roma
Il Rione Monti a Roma

 
 
virgolette

Dal 6 ottobre al 14 ottobre la mostra fotografica nell'ambito dell’Ottobrata Monticiana

     

dalla Redazione
giovedì 5 ottobre 2017 - 13:49


Sarà inaugurata domani a Roma, alle 18:00, presso la sede universitaria del Dipartimento di Architettura nel Rione Monti, via della Madonna dei Monti 40, la mostra fotografica «Rione Monti - Amatrice: ieri, oggi e… domani?».

All'evento parteciperanno il Sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, il Presidente del I Municipio Roma Centro Storico, Sabrina Alfonsi, l’Assessore alle Politiche Culturali Cinzia Guido e la giornalista del Tgr Lazio Isabella Di Chio, autrice del libro Amatrice – Piccole storie per ricominciare.

Quali caratteristiche accomunano il Rione Monti e Amatrice? Andando oltre l’apparenza, questi due luoghi possono essere interpretati come immagini speculari dalla natura molto simile. Monti, pur se situato al centro di una grande città, ha il pregio di mantenere ancora l’umanità e il contatto di comunità alla base di una gestione quasi collettiva della vita, tipica di un centro più raccolto.

Con Amatrice, inoltre, condivide anche l’appartenenza a un territorio cui non si vuole rinunciare e che, per motivi diversi, sta subendo dei profondi cambiamenti. Traendo spunto da tali riflessioni la mostra fotografica segue un percorso ben definito che, partendo dalle immagini d’epoca collezionate da Maurizio Di Veroli, si riflette in quelle di attuale quotidianità catturate da Luigia Giovannini, monticiana da oltre un ventennio, per terminare con le suggestioni che il rione crea nell’animo di chi proviene da altri luoghi come, ad esempio i fotografi dell’associazione Fotografiamo di Testaccio.

E proprio nel cuore di questa “passeggiata monticiana” tra passato e presente, s’inserisce il racconto per immagini del lungo anno vissuto da Amatrice dopo i giorni terribili del terremoto.

A scrivere e ordinare queste pagine, in cui la cronaca si alterna all’emozione dei primi orgogliosi segni di rinascita, è Marzio Mozzetti, giornalista e, soprattutto amatriciano che, evitando il dolore delle macerie, ha deciso di ripartire dai volti e da quella natura a volte matrigna.

Così, unendo queste diverse testimonianze di vita, è possibile avviare un dialogo sul futuro che attende Monti e Amatrice evidenziando la necessità di proteggere le tradizioni e le appartenenze territoriali come elementi necessari per garantire all’individuo il privilegio di riconoscersi ancora all’interno di una comunità.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori