Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Due spettacoli imperdibili al Teatro Potlach di Fara

Appuntamento con «Augmented me» dell’associazione Mopstudio e «Telemomò» di e con Andrea Cosentino

29/09/2021 10:36 

 

A Rieti l'incontro culturale per l'80°anniversario del transito del Venerabile Massimo Rinaldi

L'Auditorium Santa Scolastica ospiterà l'evento

29/09/2021 10:26 

 

Targa de «I Luoghi del Cuore del FAI» per l'ex Ospedale e S. Antonio Abate

Un convegno istituzionale che ripercorrerà il lavoro del FAI Rieti

29/09/2021 09:50 

 
 

 
   

 

 

Casperia, quadro Sassoferrato in trasferta per la mostra

 

La pala d'altare nella secentesca chiesa della SS Annunziata
La pala d'altare nella secentesca chiesa della SS Annunziata

 
 
virgolette

"La devota bellezza" fino al 5 novembre in provincia di Ancona, terra natale del pittore

     

dalla Redazione
giovedì 29 giugno 2017 - 10:47


Capolavori dell'arte rinascimentale in trasferta dalla Sabina verso le Marche, precisamente a Sassoferrato, provincia di Ancona, città natale del celebre pittore Giovan Battista Salvi (1609-1685) detto, appunto, "il Sassoferrato", dove l'amministrazione comunale e la fondazione Cassa di risparmio di Fabriano e Cupramontana hanno organizzato la mostra "La devota bellezza" dedicata all'artista.

Per l'occasione il comune di Casperia ha prestato la tela dell'Annunciazione che fa da pala d'altare nella secentesca chiesa della SS Annunziata in piazzale Oddo Valeriani. Già nel 1990 vi fu una manifestazione analoga con relativo prestito asprese; la novità questa volta è l'esposizione di ventuno disegni provenienti dall'Inghilterra, direttamente dalla collezione appartenente alla regina Elisabetta.

«Siamo gelosi del nostro patrimonio ma l'arte è di tutti ed è giusto che tutti possano goderne la bellezza. Siamo felicissimi di prestare il nostro quadro, in modo da contribuire alla realizzazione di una importante manifestazione culturale di respiro internazionale. Casperia e Londra non sono mai state così vicine. Per non lasciare un vuoto sull'altare maggiore della chiesa e rispettare al massimo la devozione dei fedeli, abbiamo chiesto ed ottenuto gratuitamente una copia fedele all'originale. Inoltre, organizzeremo almeno una visita guidata di gruppo; così per la comunità sarà come se il quadro non se ne fosse mai andato da Casperia e potremo ammirare l'opera d'arte inserita in un contesto straordinario per la cultura italiana».

È quanto dichiara il vicesindaco Marco Cossu, che ringrazia il parroco, don Sergio Grisolia, per la disponibilità dimostrata anche in questa occasione. La mostra è aperta fino al 5 novembre.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2022  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori