Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

L'Accademia di Belle Arti de L'Aquila per Amatrice

© Un momento della presentazione

Nove opere Amatriciane, danneggiate dal sisma del 2016, nel cantiere scuola dell'Istituto Aquilano

17/06/2021 11:57 

 

Evento speciale nel FLIPT del teatro Potlach

Eugenio Barba e Julia Varley

Domenica 20 giugno un’intera giornata dedicata al teatro contemporaneo con il maestro Eugenio Barba

17/06/2021 09:17 

 

Teatro, al via il progetto «I notturni delle città»

Bando per attori e attrici presso la residenza del Teatro delle Condizioni Avverse

17/06/2021 09:12 

 
 

 
   

 

 

Pubblica, a Selci interventi di arte urbana

 

Fio Silva
Fio Silva

 
 
virgolette

Per 90 giorni residenza artistica di street art

     

di P. L.
mercoledì 22 luglio 2015 - 09:04


Tanti street artists di fama internazionale per altrettanti grandi interventi monumentali di arte urbana, 90 giorni di lavoro e uno scenario d’eccezione: Selci, piccolo gioiello nel cuore della Sabina. Si chiama Pubblica il progetto ideato dall’Associazione culturale Kill The Pig - collettivo che promuove la condivisione delle arti visive – supportati dal cultural manager Dario Marcucci e promosso dall’amministrazione comunale di Selci, in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Roma.

La prima edizione di Pubblica, residenza artistica di street art inaugurata all’inizio del mese di luglio, prevede la realizzazione di una serie di incursioni fino alla fine di settembre 2015. Complessivamente tre mesi di attività nel corso dei quali alcuni tra i più apprezzati street artists nazionali ed internazionali saranno ospitati a Selci e qui daranno forma alla propria creatività: edifici e strutture urbane della cittadina saranno le inedite tele di un primo percorso d’arte donato al turismo tradizionale e agli appassionati del settore.

La prima artista arrivata a Selci nelle scorse settimane è stata Fio Silva, 24enne, affermata artista argentina con un bagaglio di partecipazioni a numerosi festival e manifestazioni di street art, che ha realizzato due interventi monumentali, dipingendo i muri di una scuola e la pavimentazione di un anfiteatro.

Dopo Fio Silva è stata la volta di Diego Ritmo, che ha lasciato il segno con un’opera straordinaria di 42 metri x 6, mentre Emmeu, Solo, Diamond e Marcy, affermati street artists conosciuti al livello internazionale, hanno realizzato un lavoro corale trasformando un’anonima cabina dell’alta tensione, come piccola anticipazione dei loro prossimi grandi interventi per il progetto Pubblica. Sabato 25 luglio saranno ufficialmente presentate al pubblico le prime opere, compresa quella di Luis Gomez, firma inconfondibile dei muri di Roma, Londra, Berlino e Barcellona, al lavoro proprio in questi giorni lungo un muro di 13 metri x 9 proprio sulla via principale di Selci. Il mese di luglio si chiude infine con la presenza di Diamond che lavorerà su una delle pareti più importanti della città. Altri sei artisti arriveranno poi a Selci per concludere i lavori entro la fine di settembre.

Con la sua originale proposta Pubblica vuole essere la più spontanea risposta a una richiesta di maggiore attenzione al rapporto tra vivibilità degli spazi urbani, cultura del territorio e arte contemporanea, senza tralasciare un’altra fondamentale funzione di questa forma d’arte: mettere in relazione diverse generazioni creando, come già sta accadendo a Selci, un dialogo e un confronto tra originari codici dell’arte ed una più moderna estetica e dinamica del linguaggio. Pubblica è dunque intesa come «cosa pubblica», che nel significato più profondo del progetto si identifica nello spazio pubblico e nel suo utilizzo come bene primario da tutelare ma anche da vivere e da godere.

«Riconosciuto lo spazio metropolitano come proprio habitat naturale - spiega l’associazione Kill The Pig - Pubblica allarga il proprio raggio d’azione a tutti quei luoghi che manifestino la necessità di una maggiore attenzione, piccoli centri o popolose città, che condividano stimoli ed obiettivi comuni. Il percorso si compone di differenti attività, ogni intervento rappresenta uno specifico dialogo tra i valori del territorio e le intuizioni degli artisti protagonisti, a volte ripercorrendo estetiche consolidate, altre invece puntando su contrasti fruttuosi».

«Per noi Pubblica rappresenta – dichiara il Sindaco di Selci Egisto Colamedici – l’importante possibilità di poter guardare con uno sguardo nuovo all’esistente, perché al rinnovamento estetico corrisponda un rinnovamento interiore. Il progetto si inserisce nella volontà di far sì che Selci sia, in prospettiva, Citta d’Arte».

L’evento è sostenuto dalla Banca di Credito Cooperativo di Roma. BCC Roma opera nel Lazio e nell’Abruzzo con una rete di 150 agenzie e di 30 sportelli di tesoreria. La Banca si ispira ai principi fondanti della cooperazione, contribuendo a promuovere le comunità dove opera e il loro sviluppo economico e culturale attraverso un’attiva azione di responsabilità sociale. Il progetto Pubblica sarà documentato in ogni sua fase grazie ad esperti del settore fotografico e video.

Alla fine dell’attività sarà realizzata e distribuita una mappa personalizzata di Selci con evidenziati i luoghi degli interventi e le informazioni sull’attività effettuate. Saranno inoltre editate alcune serigrafie artigianali ispirate alle opere realizzate per Selci, destinate al pubblico, alla comunità di Selci e ai partner dell’attività.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori