Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Polizia, celebrato a Rieti il patrono San Michele Arcangelo

Presentato un breve video realizzato nel corso di una toccante cerimonia

29/09/2021 12:35 

 

Consorzio Sociale RI/1: avviso pubblico per registro degli assistenti alla persona

Previsti contributi economici da erogare per l’assunzione di assistenti alla persona

29/09/2021 11:25 

 

Censimento Permanente popolazione 2021, Comune di Rieti: ecco le modalità dell’indagine

In poco più di un mese verranno intervistate circa 213 famiglie

29/09/2021 10:08 

 
 

 
   

 

 

Green pass: a Rieti c’è l’adesione dei commercianti ma restano le perplessità

 


 
 
virgolette

Da ieri nei negozi associati Ascom sconti e agevolazioni se in possesso di carta verde

     

dalla Redazione
sabato 7 agosto 2021 - 14:59


Il mondo del commercio e quello della scuola si dividono, nel territorio della Provincia di Rieti, di fronte all'entrata in vigore del nuovo provvedimento normativo sull’obbligatorietà dell'esposizione del Green Pass in esercizi di somministrazione al pubblico, e su quella, ormai imminente, che riguarda il personale scolastico. Nel primo caso, come è noto, nel territorio della provincia reatina è stata istituita un'iniziativa unica nel suo genere in Italia, promossa dalla sezione Lazio Nord di Ascom-Confcommercio: da ieri, infatti, in numerosi negozi degli associati Ascom è possibile usufruire di sconti e agevolazioni se regolarmente in possesso di carta verde attestante l'avvenuta vaccinazione.

Un'iniziativa che, però, non è bastata a mettere tutti d'accordo, soprattutto tra i bar e i ristoranti di città e provincia. Dove non sono mancate critiche, anche dure, nei confronti del nuovo provvedimento. In linea di massima, comunque, la direttiva è stata fatta rispettare dalla stragrande maggioranza degli esercizi pubblici della provincia, e non si registrano episodi di "disobbedienza", anche pacifica.

Non mancano, però, commercianti ed esercenti che hanno chiesto un nuovo ed urgente incontro con i vertici di Ascom-Confcommercio Lazio Nord, per rivedere lo stato delle cose. «Durante la pandemia, sia nella prima che nella seconda ondata, bar e ristoranti hanno pagato il conto più salato del disastro economico provocato dalle chiusure - dice un ristoratore del Reatino - e ora non possiamo stare fermi a guardare mentre una nuova, scellerata scelta calata dall'alto rischia di tagliarci le gambe definitivamente. Non possiamo svolgere contemporaneamente il ruolo di ristoratori e controllori, ponendoci peraltro in una posizione di ostilità, quando non addirittura di netto contrasto, nei confronti di quella stessa clientela che ci dà da vivere. Non si può proseguire su questa strada».

Contrasti anche nel mondo della scuola, dove al sostanziale accoglimento dell’obbligatorietà al possesso di Green Pass per docenti, dirigenti e personale scolastico si unisce il malcontento per il provvedimento in caso di mancata documentazione, ovvero la sospensione dello stipendio. Una disposizione che non piace ai vertici provinciali dello Snals, che in provincia di Rieti rappresenta il principale sindacato del personale scolastico, e da cui, nelle ore scorse, sono piovute critiche nei confronti di «un ennesimo provvedimento calato dall'alto, che sembra avere il chiaro intento di punire e non di prevenire». Anche qui, nei prossimi giorni, si attendono incontri tra le parti.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori