Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

I carabinieri forestali ancora una volta impegnati nel rilevare lo stato di salute delle foreste reatine

Gli agenti all'opera

La tutela e difesa dell’ambiente passa anche per lo studio dei nostri boschi

29/09/2021 11:12 

 

Vigili del fuoco, ritrovato il 78enne disperso a Turania

L'uomo ritrovato questa mattina

L’uomo questa mattina stava percorrendo un sentiero

29/09/2021 11:07 

 

Partite questa mattina le prime terze dosi agli over 80 anni del Lazio ospiti nelle RSA

La signora Valentina

Entro qualche giorno avvio somministrazione anche ad operatori sanitari e estensione a tutti gli over 80

28/09/2021 12:33 

 
 

 
   

 

 

‘Comitato Illica Vive’, approvato il progetto architettonico per l'aggregato del centro storico del borgo

 


 
 
virgolette

Ma l’hackeraggio del sito della Regione Lazio ha colpito anche l’archivio documentale delle aree del sisma

     

dalla Redazione
sabato 7 agosto 2021 - 08:05


È stato approvato all’unanimità il progetto architettonico per la ricostruzione di uno degli aggregati del centro storico del borgo di Illica, la frazione di Accumoli distrutta dal terremoto del 2016. A settembre ci sarà la sua presentazione dal Comune di Accumoli che dovrà occuparsi dell’urbanizzazione.

«Proprio quando si cominciava a sperare per la posa della prima pietra però - ha detto Sabrina Fantauzzi, fondatrice del Comitato Illica Vive - ci è stato comunicato che l’hackeraggio del sito della Regione Lazio ha colpito anche tutto il materiale archivistico e documentale delle aree del terremoto, con la cancellazione dei dati inoltrati all’amministrazione. Il che potrebbe avere pesantissime ripercussioni sull’inizio del cantiere e quindi sulla consegna delle case, auspicata nel 2024/2025. Vorremmo rassicurazioni da parte degli organi competenti. L’iter della ricostruzione ha già subito pesantissimi rallentamenti a causa dei processi burocratici estremamente complessi. Temiamo che il sabotaggio del sito della Regione Lazio imponga la ripresentazione o il recupero di dati già comunicati e ora persi con conseguenti rallentamenti. Potrebbe essere questo il momento giusto per imprimere una svolta semplificando al massimo. Confidiamo nel pragmatismo di chi si è impegnato in questo senso promettendo un diverso passo rispetto alle gestioni commissariali precedenti,  il commissario Legnini». 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2022  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori