Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

I carabinieri forestali ancora una volta impegnati nel rilevare lo stato di salute delle foreste reatine

Gli agenti all'opera

La tutela e difesa dell’ambiente passa anche per lo studio dei nostri boschi

29/09/2021 11:12 

 

Vigili del fuoco, ritrovato il 78enne disperso a Turania

L'uomo ritrovato questa mattina

L’uomo questa mattina stava percorrendo un sentiero

29/09/2021 11:07 

 

Partite questa mattina le prime terze dosi agli over 80 anni del Lazio ospiti nelle RSA

La signora Valentina

Entro qualche giorno avvio somministrazione anche ad operatori sanitari e estensione a tutti gli over 80

28/09/2021 12:33 

 
 

 
   

 

 

Cantalice, denunciato per truffa un falso dipendente della società Sisal

 


 
 
virgolette

25enne di origine calabrese raggia un proprietario di un bar del luogo

     

dalla Redazione
giovedì 22 luglio 2021 - 08:18


I Carabinieri della Stazione di Cantalice, a seguito della denuncia formalizzata dal titolare di un bar del luogo, hanno denunciato in stato di libertà un 25enne di origine calabrese.

Nel mese di aprile il gestore di un bar di Cantalice è stato vittima di una truffa. L’uomo era stato contattato telefonicamente da una donna che, fingendosi dipendente della società “SISAL”, lo convinse ad eseguire prove tecniche mediante “simulazioni” finalizzate a verificare il corretto funzionamento del terminale installato presso l’esercizio commerciale. La donna lo invitò a digitare codici “di prova” sul terminale rassicurandolo che al termine delle verifiche avrebbe potuto annullare le operazioni eseguite.

In realtà l’uomo, attraverso successive verifiche ed accertamenti, si è poi reso conto che le cosiddette operazioni “di prova” in realtà erano delle vere e proprie transazioni effettuate a favore di un soggetto sconosciuto, per un importo complessivo di circa 12.000 euro e che, ormai, non era più possibile annullare.

I Carabinieri, a seguito della denuncia, hanno bloccato della carta di credito risultata in uso al soggetto calabrese, rendendo possibile il congelamento di 8.000 euro, dei 12.000 sottratti, che saranno restituiti alla vittima.

I Carabinieri raccomandano diffidenza e massima attenzione alle telefonate sospette.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori