Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

Regione Lazio, Di Berardino: teatri e cinema diventano aule studio universitarie

Claudio Di Berardino

70 mila euro per ogni struttura che parteciperà al progetto

03/09/2021 18:02 

 

Rieti e Diamante firmano il nuovo Rapporto di amicizia

Accordo sottoscritto da Cicchetti e il Sindaco di Diamante Sen. Ernesto Magorno

02/09/2021 14:51 

 

Calisse incontra il premier Draghi

Mariano Calisse e il premier Mario Draghi

«C'è bisogno di sviluppo nel Reatino, Pnrr fondamentale. Ora attenzione al territorio»

24/08/2021 16:13 

 
 

 
   

 

 

PD Rieti, pista ciclabile come quella delle macchinine che da piccoli si disegnava sull’asfalto

 


 
 
virgolette

«Stretta in alcuni punti in barba al buon senso e anche al codice della strada»

     

dalla Redazione
sabato 17 luglio 2021 - 17:38


«A Rieti ormai da tempo è in corso il Festival dell’incapacità e dell’approssimazione con gli amministratori di destra di Comune e Provincia che fanno a gara per conquistare l’ignominioso premio. L’ennesimo incredibile capitolo di questa gara al ribasso è quella che dovrebbe essere una pista ciclabile alla fine di viale Maraini e dietro l’aeroporto». È quanto si legge in una nota del Partito Democratico della Città di Rieti.

«Dovrebbe essere, perché i nostri amministratori di destra così l’hanno pomposamente appellata nei loro comunicati e nei loro post sui social, anche se per chi ci imbatte è più facile scambiarla per una pista delle macchinine come quelle che da piccoli si disegnava sull’asfalto sotto casa con i gessetti: stretta in alcuni punti in barba al buon senso e anche al codice della strada, che finisce in faccia ad un albero in un altro punto, oppure che va ad invadere senza alcuna logica marciapiedi e spazi normalmente a servizio dei cittadini», si legge ancora.

Per il PD reatino «realizzare una pista ciclabile a Rieti è una splendida idea, tant’è che il centrosinistra su lungimirante iniziativa dell’allora presidente della Provincia Fabio Melilli, la fece oltre 10 anni fa, però bisogna farla bene rispettando norme e standard ben precisi: non si può andare su Google Maps e disegnare un percorso sullo schermo dello smartphone per realizzarla, soprattutto se negli ultimi anni la destra ha affidato la riqualificazione dei principali viali reatini  a persone (persone e non professionisti che hanno studiato e sono abilitati per farlo) senza titoli e senza preparazione specifica che, come nel caso di viale Maraini, hanno pensato un progetto che seppur gradevole si è dimostrato, e oggi ne abbiamo la drammatica riprova, non funzionale alle esigenze della città».

«A Rieti c’è bisogno di serietà e competenza – conclude la nota - non di amministratori improvvisati che promettono di costruire scuole gratuitamente, che non riescono ad aprire un ascensore dopo 4 anni e che scarabocchiano un foglio di carta cercando di spacciarlo per una pista ciclabile». 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori