Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

I carabinieri forestali ancora una volta impegnati nel rilevare lo stato di salute delle foreste reatine

Gli agenti all'opera

La tutela e difesa dell’ambiente passa anche per lo studio dei nostri boschi

29/09/2021 11:12 

 

Vigili del fuoco, ritrovato il 78enne disperso a Turania

L'uomo ritrovato questa mattina

L’uomo questa mattina stava percorrendo un sentiero

29/09/2021 11:07 

 

Partite questa mattina le prime terze dosi agli over 80 anni del Lazio ospiti nelle RSA

La signora Valentina

Entro qualche giorno avvio somministrazione anche ad operatori sanitari e estensione a tutti gli over 80

28/09/2021 12:33 

 
 

 
   

 

 

Contigliano: positivo al Covid in giro per il paese, denunciato

 


 
 
virgolette

Nei guai un trentacinquenne scoperto dai Carabinieri

     

dalla Redazione
martedì 15 giugno 2021 - 08:14


Le Autorità sanitarie lo avevano sottoposto al provvedimento di isolamento domiciliare obbligatorio per l’accertata positività al Covid-19. Ma nonostante questo un trentacinquenne era stato più volte segnalato alle Forze di Polizia, perché visto fuori dalla propria abitazione.

Per questo i Carabinieri della Stazione di Contigliano, dopo aver avviato le indagini al fine di verificare la veridicità delle informazioni ricevute e raccolto varie testimonianze tra la popolazione e dai titolari di alcuni esercizi commerciali, hanno accertato che l’uomo, in determinati lassi di tempo e nei giorni precedenti si trovava effettivamente fuori dalla propria abitazione girando per il paese, totalmente incurante del suo stato e della pericolosità che poteva apportare alla comunità.

Raccolte pertanto prove inconfutabili, l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Rieti per violazione dell’art. 260 del R.D. 1265/1934 (Testo Unico in materia di leggi sanitarie), così come disposto dal DPCM nr. 19/2020 nel quale si precisa che la condotta dei soggetti che violano l’obbligo di quarantena imposta dalle Autorità ed attesa la positività al Covid, è punita, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, ai sensi del citato Regio Decreto.

Il trentacinquenne ora rischia una condanna da tre a diciotto mesi ed una ammenda da 500 a 5000 euro.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2022  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori