Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Per 23 ragazze del reatino inizia l’avventura ‘politica’ con la scuola Prime Minister

Lia Quartapelle

Prima lezione con Lia Quartapelle (deputata) ed Elena Piastra (sindaca Settimo Torinese). Dall’8 maggio anche talk serali con la città

17/04/2021 19:45 

 

Piano quadro di Porrara, Lega: bene l'approvazione

Maurizio Ramacogi

Ramacogi: «Si è scritta finalmente la parola fine su una vicenda che durava ormai da decenni»

17/04/2021 08:59 

 

Piano quadro Porrara, ok dal Consiglio comunale di Rieti

© Il municipio di Rieti

Cicchetti ed Emili: «La risposta che i cittadini aspettavano dal 2012»

16/04/2021 12:51 

 
 

 
   

 

 

Covid, Rampelli (FdI): «I tamponi dei Nas ci danno ragione, ora Draghi riapra bar e palestre»

 

Fabio Rampelli
Fabio Rampelli

 
 
virgolette

Bus, treni e metropolitane sono il primo anello del contagio

     

dalla Redazione
mercoledì 7 aprile 2021 - 09:49


«Non servivano i tamponi eseguiti dai Nas per capire che i contagi da Covid si moltiplicano principalmente sui mezzi di trasporto. Ma ora abbiamo la certezza e la conferma di quanto noi sosteniamo da un anno: bus, treni e metropolitane sono il primo anello del contagio perché è lì che si manifestano gli assembramenti. Ed è lì che nulla è stato fatto». È quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

«I controlli effettuati - continua - in tutta Italia su 693 mezzi di trasporto, collegamenti ferroviari e stazioni metro, hanno registrato 65 irregolarità e tra i tamponi di superficie raccolti sono stati rilevati 32 casi di positività su 756 tamponi effettuati e controlli relativi alla sanificazione che è risultata carente se non addirittura assente. Criticità sono state rilevate a Roma, Rieti, Viterbo, Frosinone, Grosseto e Varese. Tra numeri e inadempienze abbiamo la conferma dei gravissimi ritardi con cui si sono mossi il ministero dei Trasporti e della Salute. Il Lazio di Zingaretti alla prova delle ispezioni ha collassato del tutto».

«Fatti che evidenziano - conclude - l'inadeguatezza del piano emergenziale predisposto dai governi Conte e Draghi, il meccanismo schizofrenico delle regioni a colori che lascia chiusi bar, ristoranti, palestre e piscine. Basta scuse, chi ha sbagliato paghi. Errori ci sono stati, ora si corregga il tiro e in fretta».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori