Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Regione Lazio, Zingaretti: con il progetto Ossigeno 6mln per 42mila nuove piante

Obiettivo trasformare il Lazio in prima regione green d’Italia

09/04/2021 09:43 

 

FdI: presentata interrogazione sui controlli Covid a bordo dei bus Cotral

4 i controlli su autobus a fronte di una flotta di 1.559 mezzi pubblici

07/04/2021 11:15 

 

Covid, Rampelli (FdI): «I tamponi dei Nas ci danno ragione, ora Draghi riapra bar e palestre»

Fabio Rampelli

Bus, treni e metropolitane sono il primo anello del contagio

07/04/2021 09:49 

 
 

 
   

 

 

Righini FdI: turismo, sci Lazio, Zingaretti tradisce gli imprenditori

 


 
 
virgolette

C’era in ballo un tutto esaurito per settimane

     

di L.d.A.
martedì 16 febbraio 2021 - 19:18


«Zingaretti forse non se lo ricorda, ma è governatore di una regione che vanta diverse importanti località sciistiche nelle quali operano aziende che sono volano di economia e occupazione. Il segretario Pd non ha fatto ragionare il Governo sugli esiti devastanti di un ennesimo no alla riapertura degli impianti, le cui conseguenze economiche sono aggravate dai tempi con cui è stata comunicata, a meno di mezza giornata dalla data prevista per l’inizio della stagione sciistica, quando gli alberghi e gli impianti avevano già assunto  il personale e speso migliaia di euro per rifornirsi e dotarsi di tutte le strutture per la massima osservanza delle misure anti Covid19, a tutela dei turisti e dei dipendenti. Migliaia di euro di prenotazioni e di Skypass che ora dovranno restituire». Così, in una nota, Giancarlo Righini consigliere regionale del Lazio di Fdi.

«Gli imprenditori dello Sci sono stati lasciati alla mercè di chi, non solo non è competente di gestione logistica e commerciale di una località turistica invernale, ma anche delle regole basilari della programmazione di qualsiasi attività lavorativa. Con la Regione Lazio in zona gialla, trattandosi di attività all’aperto, magari facendo le dovute verifiche sugli interventi fatti dai gestori di alberghi e impianti per garantire il sufficiente distanziamento, l’Amministrazione Regionale avrebbe potuto chiedere una deroga per far aprire magari con controlli sul campo. C’era in ballo un tutto esaurito per settimane, anche per via del divieto di recarsi in altre regioni e di una quantità di neve eccezionale, come non si vedeva da decenni. Sarebbe stato un toccasana per il turismo dello sport invernale nel Lazio, altro che l’elemosina dei ristori. Invece niente, - conclude Righini - a Zingaretti preme di più puntellare l’ennesimo governo raccogliticcio non eletto dal popolo, che non salvare l’economia regionale».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori