Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Una bolla papale del XIII secolo nel patrimonio dell’Archivio di Stato

Una lettera graziosa di Onorio III

09/04/2021 09:33 

 

Antrodoco inaugura R/ESISTENZA, la Street Art Gallery

Una delle opere della Street Art Gallery

Si parte con video delle opere e interviste agli artisti, disponibile online da sabato 20 Marzo 2021

18/03/2021 09:13 

 

Lazio, da Sten-Lex a Neve: il 20 marzo al via «R/esistenza»

© Una delle installazioni ad Antrodoco

Il Comune di Antrodoco diventa galleria Street Art a cielo aperto

10/03/2021 09:26 

 
 

 
   

 

 

Strada facendo. Il lungo viaggio del carro di Eretum

 

Bardature dei cavalli
Bardature dei cavalli

 
 
virgolette

A Rieti, Palazzo Dosi Delfini, dal 23 aprile al 12 settembre 2021

     

dalla Redazione
martedì 16 febbraio 2021 - 08:50


Dalla collaborazione tra la Fondazione Varrone di Rieti, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, il Comune di Fara in Sabina e il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma e la provincia di Rieti e il Museo Nazionale Romano) è nato il progetto di presentazione al pubblico del cosiddetto Carro di Eretum.

Sarà proposta una nuova lettura dell’intera Tomba dei Carri della Necropoli sabina di Colle del Forno di Eretum, corrispondente all’odierna Montelibretti (RM).

A seguito del recupero dei Carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale, l’insieme, già esposto nella Ny Carlsberg Glyptotek di Copenaghen, viene ora ricomposto per la prima volta in Italia con i materiali conservati al Museo Civico Archeologico di Fara in Sabina.

L’evento “Strada facendo. Il lungo viaggio del carro di Eretum”, confidando nel buon andamento della pandemia, si svolgerà a Rieti, negli spazi della Fondazione Varrone a Palazzo Dosi Delfini, in piazza Vittorio Emanuele II, dal 23 aprile al 12 settembre 2021.

Al termine dell’iniziativa, in attesa della definitiva collocazione a Fara in Sabina, è programmata una mostra al Museo Nazionale Romano, in cui i materiali presentati a Rieti verranno messi a confronto con analoghi contesti di differenti ambiti culturali.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori