Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Carabinieri forestali: contrasto agli illeciti nell’ambito della sicurezza agroalimentare

I controlli dei Carabinieri

Sanzionate 29 società italiane per un importo totale di 43.500 Euro

27/02/2021 13:14 

 

Coronavirus, D'Amato: nel Lazio casi in salita, fate attenzione

Alessio D'Amato

I casi a Roma sono sotto quota 500 e si stima il valore RT sotto 1

26/02/2021 09:42 

 

Carabinieri, chiusi due esercizi commerciali per il mancato rispetto delle normative anti covid

Sanzionati 5 contravventori per il mancato utilizzo della mascherina

26/02/2021 09:14 

 
 

 
   

 

 

Scuola, studenti ancora in piazza. Niente stop alla protesta

 

©
©

 
 
virgolette

Coordinamento Studentesco: prima i fatti!

     

dalla Redazione
giovedì 21 gennaio 2021 - 12:39


Sono 4 giorni ormai che lo sciopero organizzato dal Neonato Coordinamento Studentesco di Rieti si protrae, per protestare ancora una volta sulla cattiva gestione del rientro a scuola.

In attesa dell’incontro con la Prefettura, i rappresentanti dell’Epn, dello Jucci, del Rosatelli, del Luigi di Savoia, dell’Aldo Moro e del Gregorio da Catino, si sono dati appuntamento per un sit-in in Piazza Vittorio Emanuele II, dove resteranno per esprimere ancora una volta il loro dissenso verso le modalità di ritorno a scuola.

«Rimaniamo fiduciosi che l’incontro di oggi pomeriggio possa portare a delle risposte utili – commenta il Coordinamento Studentesco Rieti – ma non possiamo indietreggiare di un solo passo rispetto alla nostra decisione di non tornare a scuola fin quando non avremo garanzie».

 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori