Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Gli studenti reatini: «Chiediamo l’incontro con la Prefettura»

La protesta in piazza

Palomba: «Non è stato ricevuto alcun delegato degli studenti»

18/01/2021 12:54 

 

Gli studenti reatini scioperano: «troppo azzardato tornare in classe adesso»

Rappresentanti in Prefettura

18/01/2021 08:33 

 

Servizi straordinari sul territorio dai Carabinieri di Cittaducale

Nel fine settimana impiegate 20 unità e 10 posti di controllo

18/01/2021 07:50 

 
 

 
   

 

 

Evade dagli arresti domiciliari, 40enne arrestato a Poggio Mirteto

 


 
 
virgolette

Per lui si sono riaperte le porte del Casa Circondariale di Frosinone

     

dalla Redazione
mercoledì 13 gennaio 2021 - 08:27


Nell’ambito dei specifici servizi per il controllo del territorio posti in essere in tutto il territorio della Bassa Sabina, ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Poggio Mirteto hanno arrestato, nella flagranza dei reati di evasione, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, un quarantenne del luogo già noto alle Forze di Polizia.

L’uomo, sebbene sottoposto al regime di detenzione domiciliare presso l’abitazione di Passo Corese, misura disposta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni, è stato notato, in mattinata, all’interno di un bar in quella frazione, intento a parlare con alcuni avventori. Alla vista dei militari, al fine di eludere il controllo, dopo avere spintonato uno dei due Carabinieri, si è dato a precipitosa fuga nelle vie circostanti, per poi essere rintracciato, poco dopo, presso la propria abitazione, dove si era barricato, minacciando propositi suicidiari.

L’uomo, dopo circa 30 minuti di trattative e mediazioni, ha desistito e si è fatto visitare dal personale medico del 118 di Rieti. Accompagnato successivamente presso la Compagnia dei Carabinieri di Poggio Mirteto per le formalità di rito, è stato ulteriormente notificato un decreto di sospensione della misura alternativa a cui era stato sottoposto in precedenza, con il ripristino della detenzione in carcere, emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Viterbo.

Per tali ragioni, per l’uomo - che già alcuni giorni prima era stato arrestato dagli stessi militari nella flagranza di reato di maltrattamenti in famiglia - si sono riaperte le porte del Casa Circondariale di Frosinone, dove lo stesso è stato associato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori