Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Rieti: interrogazione parlamentare al ministro Costa sulla stazione montana al Terminillo

Il bosco della Vallonina al Terminillo

«Il progetto comporterebbe il taglio di 17 ettari di faggete secolari»

14/01/2021 11:34 

 

Terremoto, Pirozzi (Fdi): nel recovery plan integrare la tutela ambiente con la prevenzione sismica

Previsti fondi ingenti per la green economy

14/01/2021 09:37 

 

Emergenza sanitaria, Cuneo: bene la riunione di oggi

Roberta Cuneo

In Prefettura il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

13/01/2021 19:26 

 
 

 
   

 

 

Centrodestra: «La sinistra reatina è oltre il ridicolo»

 

© Il municipio di Rieti
© Il municipio di Rieti

 
 
virgolette

«La sanità è nelle loro mani, in Regione Lazio e al Governo, ma attaccano il Comune di Rieti»

     

dalla Redazione
venerdì 27 novembre 2020 - 15:48


«Il centrosinistra della Città di Rieti questa volta ha oltrepassato abbondantemente la soglia del ridicolo. La minoranza in Consiglio comunale, infatti, tenta di scaricare le colpe di una situazione sanitaria mal gestita, per usare un eufemismo, sulla nostra maggioranza al Comune di Rieti quando tutti i cittadini sanno benissimo che la sanità, ancor più in questa fase di emergenza, è tutta in mano alla Regione e al Governo nazionale. Ma i reatini non sono sciocchi, sanno benissimo che al Governo nazionale e alla Regione Lazio c’è proprio il centrosinistra. Dovrebbero saperlo anche gli stessi consiglieri di minoranza di Rieti visto che tra i loro banchi siede l’ex Sindaco di Rieti, ora consulente remunerato del Presidente Zingaretti per il territorio reatino». È quanto affermano in una nota i gruppi consiliari di maggioranza «Cambiamo con Toti», «FdI», «Forza Italia», «IoCiSto», «Lega-Salvini Premier».

«Finora – prosegue la nota - abbiamo offerto collaborazione istituzionale e rispetto, in nome della situazione grave che tutto il territorio sta affrontando, come tutta Italia, ma le ultime dichiarazioni dei consiglieri di minoranza sono davvero farneticanti e offensive. I consiglieri di minoranza di Rieti, in maniera grottesca, tentano di far passare l’idea che l’esecuzione di tamponi ‘rapidi’ nelle farmacie possa essere la panacea di tutti i mali e la soluzione all’emergenza sanitaria in corso. Una rappresentazione teatrale di pessimo gusto per il periodo storico che viviamo».

«Come spiegato anche in Consiglio comunale, nelle farmacie ASM è impossibile effettuare tamponi rapidi, non soltanto per l’inadeguatezza dei locali, ma soprattutto perché il protocollo emanato dalla Regione Lazio prevede che i tamponi vengano eseguiti da personale specializzato (medici o infermieri professionali) di cui ASM non dispone e di cui, peraltro, vi è carenza ovunque, a partire dagli Ospedali, tanto che la stessa Regione Lazio ha emesso un bando per tentare di richiamare in servizio personale sanitario in pensione. Ma allora, davvero i consiglieri di minoranza pensano che i reatini siano talmente sciocchi da credere alle loro strumentalizzazioni? Il centrosinistra cittadino, se possiede ancora un po’ di amor proprio e un briciolo di rispetto per i reatini, - conclude la nota - la smetta con gli attacchi scomposti e autoreferenziali, e si rivolga ai suoi rappresentanti in Regione Lazio e al Governo nazionale, chiedendo di investire sulla sanità e di migliorare la gestione dell’emergenza che appare francamente non all’altezza. Questo è il tempo della responsabilità, che la nostra maggioranza ha già ampiamente dimostrato, e non dal tentativo di sciacallaggio politico posto in essere dalla sinistra reatina».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori