Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Centrodestra: «La sinistra reatina è oltre il ridicolo»

© Il municipio di Rieti

«La sanità è nelle loro mani, in Regione Lazio e al Governo, ma attaccano il Comune di Rieti»

27/11/2020 15:48 

 

Provincia di Rieti, si al progetto Province & Comuni

Mariano Calisse

Calisse: «E' un ulteriore tassello nel processo di riaffermazione della Provincia»

26/11/2020 08:44 

 

De Lellis, Sinistra Italiana: perché no un presidio Covid alla Verdirosi?

No allo spostamento della chirurgia complessa dell'ospedale di Rieti

26/11/2020 08:37 

 
 

 
   

 

 

ASL Rieti, Trancassini (FdI) incontra D’Amato

 

Paolo Trancassini
Paolo Trancassini

 
 
virgolette

Il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia: «Indispensabile un intervento serio a sostegno della sanità reatina e dell’Ospedale cittadino»

     

di M. S. N.
venerdì 20 novembre 2020 - 16:28


Il deputato reatino di Fratelli d’Italia Paolo Trancassini ha incontrato l’assessore regionale alla Sanità per mettere in luce le molteplici criticità che il sistema sanitario locale sta riscontrando e per individuare una strategia comune di intervento.

«Ho incontrato l’assessore D’Amato – ha detto - al quale avevo chiesto con urgenza un appuntamento a causa delle numerose gravi criticità che la ASL di Rieti sta affrontando. Ho fatto presente della assurda incoerenza in cui versa il sistema di tracciabilità dei positivi al Covid-19, ancora troppo lento e disorganizzato che in alcuni, ormai non rari casi, è mancato nel comunicare la possibile positività anche ad intere classi scolastiche; ho insistito affinché a Rieti ci sia un potenziamento del personale sanitario che purtroppo inizia ad andare in crisi a causa dell’escalation di contagi e che per gli addetti ai lavori vi sia un incremento sostanziale sia di strumenti per operare che per proteggersi».

«Ho fatto presente – aggiunge Trancassini - che in molti casi la risposta al tampone molecolare arriva dopo troppi giorni di attesa e che per permettere al sistema sanitario di funzionare non è più possibile lasciare nulla al caso. Siamo in una fase emergenziale ed è con estrema razionalità e tempestività che bisogna lavorare. Le persone devono poter ricevere informazioni chiare e lineari e non viaggiare nell’oblio dell’incertezza, in gioco non c’è soltanto la salute fisica delle persone ma innumerevoli aspetti della vita sociale e lavorativa che a caduta si ripercuotono sui singoli ed è nostro dovere mettere tutti nelle migliori condizioni per rispettare le regole imposte».

«I presidi sanitari di prossimità – conclude il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia - sono stati impoveriti sempre più, privati di uomini, mezzi e strumenti, oggi stiamo pagando duramente lo scotto di politiche di razionalizzazione che non hanno guardato a lungo, ma con miopia sono state tarate su delle assurde logiche economiche di bilancio e questa pandemia è la dimostrazione del fatto che investire sui piccoli centri è indispensabile oltre che strategico per evitare il sovraffollamento dei grandi ospedali che oggi stanno collassando».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori