Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Università, «Operazione trasparenza» del Comune di Rieti

Cicchetti e Sinibaldi: «pagati i debiti, ora si guarda al futuro»

29/10/2020 10:45 

 

Rieti 2020: da Palazzo Chigi il si alle modifiche dell’Amministrazione Cicchetti

Arrivano € 2.800.000 per la riqualificazione dell’ex mercato coperto

29/10/2020 10:37 

 

Emergenza turismo, giovedì Fratelli d’Italia manifesta davanti al Ministero

«Abbiamo il dovere di scendere in piazza per dimostrare il nostro dissenso»

26/10/2020 17:46 

 
 

 
   

 

 

Abrogazione decreti sicurezza, a Rieti la protesta scende in piazza

 


 
 
virgolette

Giovanni Rositani guida militanti identitari e sovranisti nella manifestazione pacifica

     

di Chicco Costini
domenica 11 ottobre 2020 - 18:49


Questa mattina militanti identitari e sovranisti, guidati da Giovanni Rositani, hanno aperto uno striscione davanti alla prefettura per contestare l’abolizione dei decreti sicurezza.

Mentre sulle nostre coste continuano a sbarcare clandestini, nella gran parte senza avere alcun motivo se non la sicurezza di trovare in Italia la possibilità di vivere senza lavorare, il governo 5 stelle PD cancella i cosiddetti decreti Salvini, che avevano ridotto il numero degli sbarchi, bloccato il traffico di esseri umani delle ONG e ridotto i guadagni dell’accoglienza.

Il furore ideologico di un governo di inetti fa tornare l’Italia il centro di accoglienza dell’intera Europa, riaprendo i confini e facendo ricominciare i lucrosi guadagni di quanti speculano economicamente su questa tragedia. Favorire l’arrivo di immigrati clandestini non risponde a criteri di solidarietà, ma di sfruttamento della disperazione di interi popoli. Parlare di integrazione, di lavoro per quanti giungono dal mare è un’offesa ai milioni di italiani che stanno perdendo l’occupazione a causa della crisi, e non trovano alcuna assistenza da uno stato del tutto assente.

«Il primo risultato dell’abolizione dei decreti sicurezza - ha dichiarato Morena De Marco, consigliere comunale di Fdi - è stata l’impennata di richieste di residenza da parte degli immigrati, che provocherà nell’immediato un aumento delle richieste di intervento ai servizi sociali, già in difficoltà per aiutare gli italiani».

Da Rieti però oggi non solo la protesta contro il governo abusivo, ma anche un accorato appello ai partiti di opposizione di agire con maggiore determinazione contro le follie di una coalizione che agisce più per fervore ideologico che nell’interesse della Nazione.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori