Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Fratelli d'Italia inaugura il nuovo circolo di Fara in Sabina

Entusiasmo per la campagna elettorale per Roberta Cuneo Sindaco

08/08/2020 09:02 

 

Pirozzi (Fdi): Barillari cerca visibilità ma raccoglie querele per accuse infondate

© Sergio Pirozzi

Fratelli d’Italia alla Regione Lazio è a favore del TSM2, e si impegnerà affinché non venga bloccato da accuse sgangherate e strumentali

06/08/2020 15:27 

 

Trancassini: «Da Barillari indegne accuse di corruzione ad imprenditori e politici»

Paolo Trancassini

«Che si confronti pubblicamente». Pronta la querela

06/08/2020 14:23 

 
 

 
   

 

 

Donati: «Il Sindaco Cicchetti ha permesso l’attività di migliaia di sportivi»

 

©
©

 
 
virgolette

«La nostra Amministrazione è la prima ad aver avviato la messa a norma degli impianti»

     

dalla Redazione
mercoledì 22 luglio 2020 - 07:57


«La nostra Amministrazione è la prima, dopo tanti anni e tante gestioni che si sono susseguite, ad avere iniziato un percorso di adeguamento e messa a norma degli impianti sportivi cittadini. Al di là delle chiacchiere questo è un dato di fatto certo e riscontrabile da chiunque». È quanto dichiara il Consigliere delegato allo sport del Comune di Rieti, Roberto Donati.

«Siamo orgogliosi e rivendichiamo fortemente il fatto di essere stati i primi a mettere mano ad una situazione che si trascinava da tanti anni. Grazie a importanti investimenti, è stata già ottenuta la piena agibilità dello Stadio Manlio Scopigno Centro d’Italia, del PalaCordoni e della piscina comunale di Via Theseider. Inoltre, secondo la programmazione già impostata da tempo, - prosegue Donati - a breve anche altre strutture otterranno le necessarie certificazioni per le agibilità. Appare quindi inaccettabile il tentativo di addossare al Sindaco Cicchetti e alla nostra Amministrazione colpe che certamente vanno ricercate altrove. Anzi, sarebbe il caso di ringraziare chi, finalmente, dopo anni di stallo sta risolvendo anche questo problema, come tanti altri che ci siamo trovati in eredità dal passato. Mi preme sottolineare, infine, che senza l’assunzione di responsabilità del primo cittadino in questi anni non sarebbe stato possibile praticare l’attività sportiva dilettantistica nella nostra Città, e spesso neanche quella professionistica».

«Uno scenario non degno di un Capoluogo di Provincia e della tradizione sportiva di Rieti. Anziché fare polemiche e lanciare sterili atti d’accusa, sarebbe il caso di ringraziare il Sindaco e questa Amministrazione, da un lato per aver impedito che venisse paralizzata l’attività sportiva, che coinvolge migliaia di appassionati in Città, anche a livello giovanile, e dall’altro per aver finalmente avviato un percorso di adeguamento delle strutture dopo anni di immobilismo. E c’è un dato – conclude Donati - che non deve sfuggire ad alcuno: per applicare in maniera pedante leggi sempre più restrittive e sempre meno finanziate dallo Stato basterebbe nominare un commissario governativo o un notaio. Se, invece, si spendono circa 200.000 euro della collettività per celebrare le elezioni comunali è giusto pretendere da un Sindaco eletto la capacità di assumere responsabilità rilevanti: un compito da cui tanti rifuggono. È quel che sta accadendo a Rieti!».

 

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori