Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

ASL, Covid-19: aggiornamento del 10 agosto

5 nuovi soggetti positivo al test. 20 in totale i positivi in provincia

10/08/2020 15:00 

 

CISL: «Bene intesa per il completamento della Rieti-Torano»

Rieti Torano

«Delineati tutti i compiti degli enti»

07/08/2020 09:39 

 

Progetto «Con Maria»: Paola Minaccioni in piazza ad Amatrice

Paola Minaccioni

Al via l'iniziativa dell’Assessorato al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio

07/08/2020 08:58 

 
 

 
   

 

 

Coronavirus e Fase 2, serve chiarezza ed equilibrio

 

(foto Rita Peccia)
(foto Rita Peccia)

 
 
virgolette

Sul disaccordo tra Vescovi e Governo interviene Papa Francesco

     

di Sac. Ferdinando Tiburzi
martedì 28 aprile 2020 - 18:43


Sovente ci ritroviamo a dover discutere del nulla. Le dichiarazioni del Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI, hanno suscitato qualche malumore e sconcerto. Il titolo è quanto mai esplosivo: «Disaccordo tra i Vescovi ed il Governo». Stamane alla S. Messa nella Cappella di Santa Marta, Papa Francesco ha dichiarato: «Prudenza ed Obbedienza alle disposizioni».

Subito è stato montato un caso di belligeranza. Diciamo pure che è palese la necessità di "obbedire alle disposizioni del Governo"! Tuttavia, i Vescovi non hanno inteso mettersi in contrapposizione alle Istituzioni dello Stato. È evidente che tra le due componenti ci debba essere confronto e rispetto reciproco. Cosa si chiede? Chiarezza ed equilibrio! È necessario che il Presidente del Consiglio Conte sappia chiarire bene ciò che intende trasmettere al popolo italiano.

«No alle Celebrazioni religiose, eccetto i funerali!». Come è stato deliberato per altre Categorie, si dica chiaramente ed espressamente quali regole bisogna rispettare per poter consentire di ripristinare la partecipazione del popolo alla S. Messa. Ci sono delle norme? Ebbene, caro Presidente del Consiglio, esponi quanto si ritiene giusto per la salvaguardia della salute! Questo dovrebbe essere il criterio da adottare per ogni categoria di persone! Chi eventualmente non si attiene a tali disposizioni, venga sanzionato!

Perché rimanere al buio, oppure nell'incertezza? Gli equivoci nascono dalla mancata chiarezza. Perché questa Categoria riprende la propria attività oggi, mentre un'altra deve attendere domani? Tutto vada chiarito ed allora non ci sarà bisogno di discutere, ma tutti - come già si è verificato nei mesi di marzo e di aprile - sapremo obbedire alle disposizioni del Governo! Ripeto ancora: chiarezza, equilibrio, buon senso! Grazie, Presidente Conte!

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori