Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Pirozzi, subito il progetto di variante stradale al Centro Storico di Amatrice

Uno scorcio del plastico della nuova Amatrice

È un’opera fondamentale sia per i cantieri della ricostruzione che per il nuovo ospedale

28/05/2020 18:44 

 

Amatrice, Di Berardino: «Aperti due cantieri, la ricostruzione prosegue»

Claudio Di Berardino

L'assessore:  «Seguiremo e monitoreremo l'andamento dei lavori con una presenza costante sul territorio»

28/05/2020 13:23 

 

Emiliana Guadagnoli nuovo assessore della Giunta del Comune di Rieti

Emiliana Guadagnoli

A lei le deleghe ad innovazione tecnologica, digitalizzazione della PA, rapporti con le associazioni

27/05/2020 20:49 

 
 

 
   

 

 

Mezzetti, no alla vendita delle Farmacie Comunali

 

Alessandro Mezzetti
Alessandro Mezzetti

 
 
virgolette

«Una vecchia storia che alla luce dell’emergenza che stiamo vivendo in questi giorni deve essere accantonata»

     

dalla Redazione
sabato 21 marzo 2020 - 16:39


«C’è, come la Lega, chi si preoccupa di vendere le farmacie. C’è, come il presidente di Asm Regnini, chi dice che si vedrà e che bisognerà procedere ad una ulteriore proroga e stavolta forse l'emergenza Covid-19 capita a puntino. Nessuno però della maggioranza di Centrodestra nel Comune di Rieti fa realmente una analisi sulla funzione delle farmacie comunali. Una farmacia comunale dovrebbe, mai come ora e più delle altre farmacie, rivestire un ruolo più sociale mirato alla tutela dei cittadini soprattutto quelli più in difficoltà». Così in una nota il capogruppo del Partito Democratico del Consiglio Comunale di Rieti Alessandro Mezzetti.

«Penso a quartieri come Quattro Strade dove ci sono anziani che già in periodi di normalità non si possono muovere, penso a Molino della Salce o viale Matteucci dove la farmacia comunale svolge anche un’attività prima sociale e poi di vendita e ritengo che oggi è quantomai urgente che il servizio pubblico faccia il servizio pubblico e diventi il presidio dove vengono tutelate le fasce più deboli e bisognose e quindi il luogo dove tutto il necessario si possa trovare al prezzo giusto, come ad esempio le introvabili mascherine che vista la scarsità ne ha fatto aumentare notevolmente il prezzo dove disponibili. Invece di pensare alla cessione, - prosegue la nota - l’Amministrazione comunale debba utilizzare le farmacie Asm per rendere disponibili le mascherine e venderle a prezzi equi. Questo è ciò che dovrebbe fare il servizio pubblico o una azienda pubblica che pensa a tutelare i propri cittadini in un momento delicato e di grande apprensione».

«Il sindaco e i vertici di Asm si facciano quindi parte diligente, mettano da parte il dibattito sul futuro dell’azienda in un periodo in cui le priorità sono ben altre e poi quando sarà il momento portare la questione dove è giusto che se ne discuta e cioè in Consiglio comunale. Vendere le farmacie comunali per fare cassa – conclude Mezzetti - è una vecchia storia che ancor più alla luce dell’emergenza che stiamo vivendo in questi giorni deve essere accantonata».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori