Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Asm rimborserà parte dell’abbonamento inutilizzato durante il lockdown

I nuovi autobus di ASM

Sul sito tutta la modulistica e le modalità di presentazione della domanda. C’è tempo fino al 30 settembre

14/08/2020 10:43 

 

Ultimato nuovo drive-in presso sede Direzione aziendale Asl Rieti

Entrerà in funzione dalla prossima settimana

14/08/2020 08:32 

 

A Rieti il corso di Lingua dei segni italiana

Come fare per partecipare

14/08/2020 08:18 

 
 

 
   

 

 

Avr Group, Paolucci: «Ritardi inammissibili per gli stipendi arretrati»

 

Alberto Paolucci
Alberto Paolucci

 
 
virgolette

«Uomini e donne vivono di stipendio. Azienda e Comuni

     

dalla Redazione
luned́ 9 dicembre 2019 - 18:38


«C’è una vertenza che stiamo seguendo da mesi. E che sta generando innumerevoli disagi ai lavoratori e le lavoratrici della Avr Group, l’azienda che svolge servizi ambientali in molti Comuni della Sabina. Ci sono uomini e donne che da ottobre non percepiscono gli stipendi, che ogni giorno escono di casa per andare a lavorare e che ogni giorno tornano a casa sapendo che non saranno pagati». Lo dice Alberto Paolucci, Segretario generale della Uil di Rieti e attualmente responsabile della Uil Trasporti di Rieti e della Sabina romana.

«Quanto sta accadendo è inaccettabile – aggiunge Paolucci che attualmente si sta occupando delle vertenze relative alle aziende di competenza della Uil Trasporti Rieti e Sabina romana – le stagioni si alternano, le mensilità non percepite si accumulano. Tutto accade nonostante l’azienda si è impegnata a saldare i pagamenti e a ripristinare le necessarie cadenze mensili. Ad oggi però riscontriamo soltanto parole vuote e impegni non rispettati».

«Occorre imprimere una svolta a questa vicenda che sta diventando surreale – dice l’esponente della Uil di Rieti – perché è surreale lavorare per poi non essere pagati con regolarità. In questo scenario anche la tredicesima è a rischio e le imminenti festività per i lavoratori e le lavoratrici di Avr Group potrebbero trasformarsi in giorni amari».

«Tutto ciò va evitato – conclude Paolucci – Abbiamo chiesto ad Avr un incontro    affinché i continui slittamenti delle retribuzioni vengano definitivamente risolti, così come l’applicazione del contratto nazionale di riferimento e l’organizzazione del lavoro. Stesso incontro abbiamo chiesto al Comune di Fara Sabina e lo abbiamo già reclamato a quello di Moricone. Anche i Comuni infatti hanno le carte giuste per risolvere questa vertenza. Possono farlo in due modi: pagando in solido gli stipendi arretrati. Oppure rimuovendo l’azienda che si occupa di igiene ambientale per sostituirla con un’altra che assicuri in primo luogo la continuità lavorativa a chi oggi è alle dipendenze di Avr. E che poi rispetti i propri lavoratori pagandoli con regolarità, perché di lavoro si vive».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori