Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Terremoto all'Aquila, scosse di magnitudo 3.7 e 3.4

Ex vicesindaco di Barete, dopo lavori post 2009 siamo più tranquilli

08/12/2019 04:31 

 

Immigrazione clandestina, espulso un cittadino nigeriano

Il trentanovenne responsabile di tratta di esseri umani

06/12/2019 17:36 

 

Droga, a Rieti finisce in manette un nigeriano

Il giovane colto sul fatto per le vie del centro storico

05/12/2019 08:25 

 
 

 
   

 

 

Polfer, 24enne arrestato per attentato alla sicurezza dei trasporti

 


 
 
virgolette

Il Regionale 11691 Chiusi Roma urta contro una barra di ferro pieno del peso di circa 20 Kg

     

dalla Redazione
lunedì 2 dicembre 2019 - 08:18


Ieri, a termine di una complessa attività investigativa, la Polizia Ferroviaria di Orte ha arrestato un ventiquattrenne italiano in esecuzione di una ordinanza custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Rieti, in quanto gravemente indiziato di attentato alla sicurezza dei trasporti.

II tutto ha avuto inizio nella serata del 25 aprile scorso quando il treno Regionale 11691 Chiusi Roma, gremito da passeggeri, durante il transito nelle immediate vicinanza della stazione ferroviaria di Gavignano (RI), ha urtato violentemente contro una barra di ferro pieno, del peso di circa 20 Kg., posta volontariamente sui binari, rischiando anche l'eventuale deragliamento.

Le immediate indagini avviate dai poliziotti del Posto di polizia Ferroviaria di Orte per risalire all'autore del posizionamento dell'ostacolo sui binari, effettuate anche con visione delle immagini della videosorveglianza delle stazioni, hanno permesso di concentrare l'attenzione su un uomo che, nell'imminenza del fatto, si aggirava vicino al luogo ove era stato posto l'ostacolo.

Compito degli Agenti era quello di dare un nome alla persona, cosa che è riuscita grazie al rintraccio ed all'ascolto di testimoni che lo riconoscevano. L'ulteriore raccolta di prove, eseguita dagli operatori di polizia, ha quindi consentito di costruire un solido quadro probatorio che ha portato all'emissione del provvedimento restrittivo da parte dell'Autorità Giudiziaria di Rieti nei confronti del ventiquattrenne.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori