Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Rieti, domani le celebrazioni della «Virgo Fidelis»

La cerimonia in onore della patrona dell’Arma dei carabinieri

20/11/2019 20:03 

 

Incidenti stradali, Istat: nel 2018 nel Lazio 338 morti e 25mila feriti

È quanto emerge dall'ultimo report Istat sui sinistri automobilistici nella regione, 14 a Rieti

20/11/2019 19:51 

 

Terremoto, «Alleva la speranza»: due stalle a Ussita e Amatrice

Campagna crowdfunding Legambiente e Enel piattaforma PlanBee

20/11/2019 19:49 

 
 

 
   

 

 

Ugl: «Non lasciamo soli i lavoratori di Olicar»

 

© L'ospedale San Camillo de Lellis
© L'ospedale San Camillo de Lellis

 
 
virgolette

Il sindacato chiama Asl, Azienda e Prefetto

     

dalla Redazione
martedì 5 novembre 2019 - 11:57


Occhi puntati sulla situazione Olicar da parte della Ugl provinciale. La nuova vertenza, per la quale il sindacato è già pronto a mettere in campo ogni azione a favore dei lavoratori, riguarda i dipendenti dell'azienda che si occupa della manutenzione all'interno del nosocomio cittadino che da tempo ricevono con forte ritardo lo stipendio.

«Per un'azienda che è appaltatrice dei servizi sanitari della Asl, ritardi del genere non sono un buon segno - dicono dall'Unione Generale dei Lavoratori - Cosa sta succedendo? Cosa cambierà nella gara appaltante? Subentreranno nuovi soggetti? Ecco, sono tante le questioni sul tavolo e oltre 35 lavoratori sono molto preoccupati. Oggi il comparto Ugl ha prima tenuto una riunione tra i dipendenti per capire sino in fondo la situazione e i margini della trattativa e poi ha avuto un colloquio con i dirigenti della Asl».

«La direzione dell'azienda sanitaria ha compreso perfettamente il problema e si è detta disponibile ad intervenire entro 15 giorni se la Olicar dovesse persistere nel mancato pagamento degli stipendi e delle spese di trasporto per i materiali medici. Ci sono dei tempi tecnici, nel frattempo avremo anche l'incontro in Prefettura e il quadro sarà così completo. Il problema dei mancati pagamenti dei lavoratori afferenti a fornitori appaltanti alla sanità regionale non è nuovo e va affrontato con chiarezza una volta per tutte. Una buona sanità pubblica nella qualità dei servizi offerti - conclude Ugl - passa anche da questo».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori