Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Rieti, domani le celebrazioni della «Virgo Fidelis»

La cerimonia in onore della patrona dell’Arma dei carabinieri

20/11/2019 20:03 

 

Incidenti stradali, Istat: nel 2018 nel Lazio 338 morti e 25mila feriti

È quanto emerge dall'ultimo report Istat sui sinistri automobilistici nella regione, 14 a Rieti

20/11/2019 19:51 

 

Terremoto, «Alleva la speranza»: due stalle a Ussita e Amatrice

Campagna crowdfunding Legambiente e Enel piattaforma PlanBee

20/11/2019 19:49 

 
 

 
   

 

 

Migranti, Mosap: allarme scabbia alla questura di Rieti

 

© La Questura di Rieti
© La Questura di Rieti

 
 
virgolette

Il sindacato di Polizia scende in campo

     

di Italpress
sabato 2 novembre 2019 - 19:44


«Nella questura di Rieti, si stanno verificando da tempo degli episodi che destano non poca preoccupazione tra gli operatori di Polizia e tra tutto il personale dell'amministrazione civile dell'Interno che vi presta servizio: a un cittadino extracomunitario, condotto presso il gabinetto di Polizia Scientifica della Questura dal personale dell'Ufficio Immigrazione per accertamenti video dattiloscopici di rito, venivano notati sulla pelle evidenti segni di presenza di infestazione da scabbia. Il cittadino straniero veniva immediatamente ricoverato nel reparto malattie infettive dell'Ospedale reatino. Ma non finisce qui perché sempre nel mese di ottobre, il giorno 29, sempre con un cittadino extracomunitario, venivano accertati evidenti infestazioni corporee da scabbia. Anche quest'ultimo veniva ricoverato. È evidente e molto forte la preoccupazione per tutti gli operatori della Questura reatina per una esposizione al rischio di malattie contagiose».

È quanto si legge in una nota del sindacato di Polizia Mosap, nella quale si sottolinea come nel solo mese di ottobre «sono stati oltre 40 i cittadini extracomunitari irregolari che si sono presentati presso la Questura di Rieti, indicandola - rileva il Mosap - stranamente, come primo ingresso e quindi successivamente ritornati per richiedere protezione internazionale». Stranieri, precisa il Mosap, «per i quali, nella stragrande maggioranza, altri paesi europei hanno rigettato le istanze di riconoscimento della tutela. Gli stranieri che accedono agli uffici della Questura di Rieti, dichiarano il loro primo ingresso in città risultando privi di qualsiasi controllo sanitario ai fini della individuazione di patologie contagiose».

Il segretario provinciale del Mosap, Massimo Nobili, critica, «l'immobilismo della dirigenza della Questura di Rieti perché dopo aver sollevato il grave problema, a tutt'oggi non si è messa in atto la benché minima salvaguardia per la salute del personale».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori