Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Incidenti stradali, Istat: nel 2018 nel Lazio 338 morti e 25mila feriti

È quanto emerge dall'ultimo report Istat sui sinistri automobilistici nella regione, 14 a Rieti

20/11/2019 19:51 

 

Terremoto, «Alleva la speranza»: due stalle a Ussita e Amatrice

Campagna crowdfunding Legambiente e Enel piattaforma PlanBee

20/11/2019 19:49 

 

Pirozzi, da oggi il termine «amatriciana» è sinonimo di tradizione e qualità

Lo sancisce oggi l’Unione Europea con la pubblicazione sulla sua Gazzetta ufficiale del disciplinare

20/11/2019 12:38 

 
 

 
   

 

 

Cisl: sottopasso viale Maraini? La questione è un’altra!

 

Il passaggio a livello di viale Maraini a Rieti
Il passaggio a livello di viale Maraini a Rieti

 
 
virgolette

Facciamo uscire questa città dal medioevo infrastrutturale

     

di Paolo Bianchetti, Cisl Roma Capitale e Rieti
mercoledì 16 ottobre 2019 - 09:33


Ascoltiamo da qualche settimana la diatriba mediatica e sui social, sul previsto sottopasso di viale Maraini. La Cisl Roma Capitale e Rieti ha ascoltato molte versioni e letto di tutto in questi giorni, dalla posizione del Comune di Rieti, alle associazioni spontanee per il SI o per il NO fino ad immaginare addirittura fantasiosi “referendum”.

Abbiamo ascoltato dibattiti e posizioni divergenti riguardo questa opera pubblica sia tra i cittadini, che tra i residenti ed i commercianti fino ad esponenti politici. Questo, a nostro avviso, è un falso problema che ci distoglie da quello reale di questa città e del suo sviluppo. Appunto la questione è lo sviluppo!

La domanda che ci si deve porre dunque è un’altra e la inoltriamo alla politica locale ma in modo particolare alla Regione Lazio ed al Governo: dopo 40 anni di promesse della politica, tutte disattese, la ferrovia a Rieti serve ancora? Serve ancora il tratto di ferrovia che collega parte delle nostre aree interne? Ed infine, la questione determinante è: i treni bimodali che collegherebbero la tratta Rieti-Terni-Orte-Roma arriveranno? Transiteranno su questa linea ferroviaria? Collegheranno Rieti a Roma?

Se la risposta alla nostra domanda fosse “SI” allora di cosa discutiamo?

Se la risposta fosse “SI”, la Cisl Roma Capitale e Rieti, chiede che si proceda velocemente a definire le opere pubbliche necessarie per far uscire questa città da un medioevo infrastrutturale devastante, a fare i necessari nuovi sottopassi, adeguare i vecchi, proseguire con la realizzazione delle rotatorie, a partire da quella tra via De Juliis e via Pietro Nenni e quella tra via Palmiro Togliatti via De Gasperi e via del Terminillo, solo per fare alcuni elementari esempi.

Se la risposta fosse “NO”, e quindi anche le ennesime promesse della politica fossero cadute nel dimenticatoio, beh allora basterebbe rivedere completamente i progetti, cancellando per sempre una ferrovia che blocca il transito veicolare e pedonale della città.

Insomma la Regione risponda, il Governo risponda perché Rieti ha bisogno di collegamenti moderni e di infrastrutture nuove al contrario saremmo costretti a ridefinire “frittole” la nostra amata città.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori